RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Venerdì 20 Giugno 2014 09:58

SCALEA. “Eravamo bambini, siamo grandi e la situazione non è cambiata, anzi. Cooperiamo con responsabilità per iniziare un nuovo percorso. Non negateci, anzi non neghiamoci, l’ultimo bagliore di speranza”.

Scrivo quello che mi detta il cuore. Ferito per le condizioni in cui versa la nostra città. Gli anni passano, sfilano sotto il naso opportunità, la mia generazione sta vivendo il periodo peggiore assistendo impassibile allo strazio di uno dei tratti più belli della Calabria. Il menefreghismo di una classe politica arrogante, menefreghista ed ‘ignorante’ che ha governato in maniera scellerata dagli anni ’80, quando noi eravamo bambini, ci ha ridotto in condizioni pietose sino ad indossare la maglia nera. Siamo diventati grandi, l’eredità che ci hanno lasciato è pesante, ma non molliamo. Non ci interessa colpevolizzare, non vogliamo demonizzare, ma con forza gridiamo che è ora di cambiare registro. Ma non più a chiacchiere, non più con programmi scopiazzati, ma con la forza di chi ha vissuto la miseria (il degrado totale) e vuole rivedere la luce per dare un bagliore di speranza almeno ai nostri figli. La presenza dello Stato ci aveva indotto all’ottimismo, ma purtroppo la situazione non è cambiata di tanto. La basilare amministrazione che significa almeno un impegno costante nel settore ambientale è alla base. Però non abbiamo neanche questo. La responsabilità è anche dei cittadini che in parecchi casi palesano scarso senso civico, non ottemperando alle direttive per effettuare la raccolta differenziata e girando affinché trovino dei bidoni per lanciare i sacchetti di immondizia i quali formano dei cumuli maleodoranti che attentano alla salute dei cittadini oltre a creare un grave danno di immagine per una città che un tempo era il punto di riferimento del territorio. A tal proposito consentitemi un suggerimento n vista della stagione estiva. L’Ente si impegni ad individuare una zona dove conferire i rifiuti in attesa di una soluzione più consona alla tematica. Il Comune è stato sciolto per mafia, ma non siamo un paese di mafiosi. Lo Stato governa la nostra città, il mio appello è che si metta amore ed impegno per dare un’immagine nuova, pulita a Scalea, con il contributo dei cittadini che hanno voglia di fare e di impegnarsi. L’ultimo suggerimento è quello di creare le condizioni per lavorare e di indirizzare le persone a rispettare le regole non solo tramite azioni coercitive, ma assistendoli e aiutandoli a non sbagliare. Amministrare non è solo tartassare i cittadini di tasse per dare ossigeno alle casse comunali, perché dobbiamo anche renderci conto che si può pagare se si ha i soldi per pagare provenienti da lavoro onesto. Ma il lavoro latita, quindi chi ha iniziativa sia supportato a dovere dagli organi competenti. Solo cooperando si può iniziare un percorso virtuoso, ma se il dialogo non esiste e si rimane fermi ognuno nelle proprie posizioni la situazione non migliorerà, peggiorerà.

Virgilio Minniti 1975

4 commenti

  • Cari amici,il dialogo, il confronto serio e costruttivo, che ricorda la dottoressa Saullo, noi ,con il forum delle associazioni, ci stiamo provando.Non ho nessuna carica associativa, sono solo un volontario, però partecipo , ascolto, suggerisco.Se voi avete un altro gruppo di incontro, benissimo, altrimenti rinforziamo le idee. Quello che dice Minniti è sacrosanto, tutti avvertiamo subendone anche le conseguenze,il malessere che continua.Ma vi prego , mettiamo insieme quello che noi da domani potremo fare per il nostro martoriato paese.Le cose che possiamo fare sono davvero tante . Grazie

    inviato Sabato 21 Giugno 2014 09:19 da franco
  • solo chi ha nel cuore e nella mente il bene che si deve alla comunità e al territorio comprende lo strazio che ogni giorno sopportiamo come un fardello sempre più pesante per questa nostra sciagurata situazione. risvegliamo le coscienze...bravo Virgilio

    inviato Venerdì 20 Giugno 2014 15:48 da ettore biondi
  • Sono pianamente D'accordo con quello che ha scritto l'amico Virgilio. La situazione a SCalea sta peggiorando giorno per giorno, e' il momento di svegliarci e farci sentire prima che sia troppo tardi. La stagione estiva e' alle porte, non possiamo permetterci un flop !!! Sarebbe la fine per tanti operatori turistici..... e' giunto il momento di essere uniti e non pensare solo a se stessi........

    inviato Venerdì 20 Giugno 2014 14:01 da Franco DI GIorno
  • Bisogna partire da ciò che possiamo esprimere noi giovani. Da ciò che abbiamo imparato, negli anni, con sacrifici, operando sempre nel rispetto della legalità. Solo così, quella luce in fondo al tunnel sarà più vicina. Costruiamo il dialogo, il confronto serio e costruttivo. Apriamoci e facciamo vedere quanto di più bello possiamo dare alle nuove generazioni. ''Crederci sempre...Arrendersi mai...

    inviato Venerdì 20 Giugno 2014 11:15 da Cristina Saullo

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie