Maulicino
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Giovedì 18 Maggio 2017 04:21

Cetraro. Le maglie gialle in azione per pulire la città.

Tiziana Ruffo. “Giovani e meno giovani  rimbocchiamoci le maniche e scendiamo in piazza”. Anche a Cetraro, così come a Roma, si profila una iniziativa dei Giovani democratici per pulire la città e per trasmettere così ai tanti incivili che la sporcano il messaggio che una città pulita è un patrimonio comune da tutelare. “Puliamo la città” è lo slogan dei Giovani democratici che domenica prossima, con le magliette gialle daranno vita a squadre operative, che interverranno nel vasto territorio cetrarese . “Tutti dobbiamo  contribuire attivamente alla valorizzazione delle nostre bellezze”. L’emergenza rifiuti   continua  a rappresentare per Cetraro una questione che si ripropone di volta in volta e che si acuisce a ridosso della stagione estiva. Sono stati tanti gli atti incivili di cittadini che non rispettano le regole e contribuiscono a mantenere bassa la percentuale della raccolta differenziata dei rifiuti  che negli ultimi anni è stata di circa il 15%, inferiore al 35% richiesto dalla regione Calabria. Evenienza questa che ha determinato la decisione dell’amministrazione comunale di alzare l’asticella della tassa per la spazzatura. Il fenomeno dei rifiuti è acuito,  soprattutto nelle contrade, dalla mancanza di servizi efficienti, che in questa fase costituiscono materia di scontro politico tra maggioranza e opposizione, come è avvenuto di recente a proposito del canalone fognario incustodito nella zona di San Pietro basso. “Ci aspettiamo il coinvolgimento attivo anche degli amministratori locali, dei dipendenti comunali, delle associazioni, dei commercianti. Hanno sottolineato i giovani democratici , che hanno così lanciato l’appello a tutti i cittadini di buona volontà di unirsi a loro per pulire la città e per indurre così l’amministrazione comunale a rimuovere le cause che determinano l’emergenza rifiuti. La questione è  particolarmente sentita soprattutto perché con la stagione estiva alle porte si prospettano le stesse emergenze  che lo scorso anno hanno afflitto i cittadini con cumuli di spazzatura diffusi in tutti gli angoli della città e con le sistematiche proteste dei turisti, che hanno dato vita a veri e propri comitati che soprattutto nella zona di Lampetia  si sono rivelati particolarmente agguerriti. L’iniziativa delle maglie gialle dovrebbe servire a riflettere in tempo utile sulle contromisure da adottare per non arrivare impreparati alla stagione estiva, periodo in cui si registra una crescita esponenziale d ella popolazione. L’attenzione deve essere rivolta anche alla funzionalità  dei depuratori e allo spiacevole vezzo di scaricare liquami nel mare, che invece deve rappresentare la risorsa principe per il turismo e come tale deve essere mantenuto  pulito e trasparente.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie