RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Martedì 22 Agosto 2017 05:02

Scalea. Il sindaco Licursi impegnato a difendere la sua città.

Tiziana Ruffo. “Divieto di balneazione  nel tratto di spiaggia,  al lato destro e sinistro, del canale Revoce, per un totale di trecento metri di spiaggia nel territorio comunale di Scalea”. Il sindaco Gennaro Licursi ha diramato questa ordinanza sulla base dei  risultati dei prelievi effettuati  dall’Arpacal, che hanno dato esito sfavorevole per la balneazione  in quel tratto di spiaggia.  "Nelle analisi effettuate sul campione di acqua di mare prelevato  alla stazione di campionamento denominata "100m DX canale Revoce", - evidenzia la nota Arpacal- è stato rilevato un esito sfavorevole per il parametro microbiologico "Escherichia coli", con valore superiore a quello imposto dalla normativa vigente”.   Si tratta di un divieto temporaneo, fa sapere il sindaco,   in attesa dell’esito dei nuovi “risultati dei controlli suppletivi, che saranno effettuati dal Dipartimento Arcpacal  di Cosenza al fine di verificare l'entità e la durata dell'inquinamento,  che  saranno resi noti e comunicati nel più breve tempo possibile al sindaco di Scalea ". L’ordinanza  di Licursi  obbliga i titolari di concessioni demaniali marittime, ricadenti all’interno della fascia interessata,  “di tenere esposta in evidenza copia del provvedimento”. Sarà compito della polizia locale curare “la predisposizione  e la messa in sito dei cartelli che indicano il divieto redigendo apposito verbale e assicurandone la vigilanza sull’attuazione dei limiti imposti”. La copia dell’ordinanza è stata trasmessa anche alla Capitaneria di Porto di Maratea, al Ministero della Salute, alla direzione scientifica dell’Arpacal e al Comando della stazione dei Carabinieri di Scalea. Il sindaco Licursi intanto è intenzionato a monitorare costantemente la situazione  con l’ausilio della polizia municipale che verificherà  l’esistenza di eventuali scarichi abusivi che avrebbero causato lo stato di  criticità nel  canale Revoce.  “Il depuratore di Scalea- ha dichiarato Licursi-  è un impianto efficiente ed adeguato alla normativa vigente e  funziona perfettamente”. L’afflusso   di turisti e dei  visitatori  a Scalea  è cresciuto  in modo esponenziale, rispetto agli scorsi anni. L’amministrazione comunale si sta prodigando per assicurare forme di intrattenimento di qualità. il primo cittadino di Scalea, tuttavia,  lancia un monito ai tanti incivili, che violano le regole e ai denigratori di professione che sanno solo danneggiare l’immagine della città anche quando , come in questa fase, tutti i dati sono favorevoli e  fanno sperare in un rinnovato  rilancio della qualità dell’offerta turistica nel cittadina tirrenica, impegnata  a lasciare definitivamente alle  spalle un  recente passato da dimenticare rapidamente. “Siamo sulla strada giusta – ha detto Licursi e, certamente, non ci fermeremo qui e stiamo elaborando progetti e programmi per restituire  a Scalea  il ruolo che le spetta nello scacchiere calabrese”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie