RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Sabato 26 Agosto 2017 05:49

Santa Maria del Cedro. Il progetto “Italie” per rilanciare i territori. Nuova tappa del tour del consigliere regionale Orlandino Greco.

Tiziana Ruffo. È  stata  l’occasione per una riflessione a tutto campo sulle prospettive di sviluppo dei territori  la presentazione  del libro “Italie”, scritto a quattro mani dal consigliere regionale  Orlandino Greco e dal professore Giuseppe Ferraro, docente di Filosofia Morale all’Università Federico II di Napoli.  Un confronto aperto e partecipato, ricco di spunti di riflessione,  su temi di particolare  attualità, che ha visto come protagonisti, nel  centro storico di Santa Maria del Cedro, in piazza Casale,  il sindaco di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere,  il  coordinatore provinciale di IdM, Raffaele Papa e lo stesso autore, Orlandino Greco.  Il volume “Italie – Dalla nazione all’unione autonomie e nuovi soggetti sociali”, edito da Rubettino.è definito nel testo un “libro mastro del ritorno all’Italia del Meridione che si attende e ci aspetta da troppo tempo”,  un libro-manifesto che sottende al progetto politico del Movimento “Italia del Meridione”, di cui l’onorevole Greco è fondatore. Un dialogo tra il filosofo e il politico, un incontro tra filosofia e politica che in un ragionamento dialettico tra tesi e antitesi trova la sua sintesi nell’Unione delle Autonomie. ITALIE sono i territori e le comunità, storie e culture, che l’unica cosa che rivendicano sono la propria identità e dignità di parti che compongono il tutto nella loro specificità e quindi Autonomia, come espressione di quelli che possono essere definiti i nuovi soggetti sociali: “Gli “ambienti” sono espressioni di soggetti, i “territori” sono soggetti sociali”. “Si discuteva di utopia insieme al dottor Ferraro a Napoli – ha spiegato  Orlandino Greco – e ci siamo posti il problema della partecipazione politica e della necessità di tornare a fare politica non quella degli annunci. Abbiamo fondato L’Italia del Meridione che viene fuori dal libro Italie, che abbiamo presentato in giro per l’Italia, e anche fino a Toronto e a Melbourne… perchè le Italie sono tante, e le tante differenze possono portare ad un’unione degli italiani in grado di creare partecipazione”. “Noi – ha sottolineato  il consigliere regionale   – ci definiamo meridionali “anti meridionalisti”. Il  è diventato un viaggio e si è trasformato in un racconto dei luoghi, vie, borghi, eccellenze e dei tanti uomini che li vivono, comunità che da Sud a Nord o viceversa scoprono o riscoprono la propria storia, l’identità, le peculiarità che possono diventare lo strumento e il mezzo di rinascita e volano di sviluppo dei territori singolarmente ma in un percorso condiviso dell’intera Italia, in una ricostruzione che possa offrire, alle nuove generazione soprattutto, un futuro migliore e terre su cui investire e non da cui sfuggire. il tour di presentazione e discussione attorno a Italie  vede otto  appuntamenti, (dal 18 al 31 agosto), dal Tirreno all’Ionio, dalla costa all’entroterra. All’incontro di Santa Maria del Cedro , moderato da Fabrizia Arcuri e organizzato da Francesca Lagatta, hanno partecipato amministratori comunali, dirigenti politici, esperti di materia politica e storici,   associazioni e soggetti espressione del mondo culturale e sociale calabrese.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie