RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Giovedì 21 Settembre 2017 06:02

Cetraro. Nuovo incidente di percorso nel rapporto tra la giunta Aita e il Pd.

Tiziana Ruffo. Ennesimo incidente di percorso tra la giunta Aita e il gruppo consiliare del Pd. L’incontro che si è tenuto martedì mattina nella sede municipale con l’assessore regionale ai lavori pubblici, Roberto Musmanno, ha determinato la reazione politica del circolo del Pd che non ha digerito l’esclusione del suo gruppo consiliare dal tavolo di confronto su alcune questioni di rilevanza strategica per la crescita economica e sociale della città. Secondo il circolo del Pd,  non si può procedere a passo di gambero in quanto il sindaco Angelo Aita a parole dichiara disponibilità ad allargare il confronto con le minoranze consiliari, ma di fatto utilizza la disponibilità del consigliere regionale  del Pd, Giuseppe Aieta, senza avvalersi del contestuale contributo dei rappresentanti del Pd nel civico consesso. “Consideriamo rilevante la presenza dell'assessore regionale Roberto Musmanno a Cetraro per i contraccolpi positivi che tale circostanza è destinata a produrre a favore del processo di crescita della città.- Dichiara il gruppo dirigente del Pd- Ancora una volta il Consigliere Regionale del Pd Giuseppe Aieta ha messo a disposizione della città il suo ruolo efficace che svolge nella regione Calabria”. Secondo il Pd, non sembra che il Sindaco Angelo Aita si stia muovendo in coerenza con quanto  sostenuto di recente in un video pubblico. “Purtroppo dobbiamo registrare l'assoluta inadeguatezza di chi ha organizzato l'incontro – ribadisce il Pd- soprattutto in considerazione del fatto che al tavolo risultavano assenti i consiglieri del Pd, che sono il punto di riferimento della giunta regionale”. Insomma, il comportamento del sindaco Angelo Aita compromette e vanifica l’impegno che il consigliere regionale Aieta sta portando avanti a favore della città con spirito unitario e con i riflettori accesi sugli interessi reali della comunità. “Se si continuano a commettere errori così grossolani – conclude il gruppo dirigente del Pd- il rischio  concreto è che si compromettono definitivamente i rapporti con l'opposizione e di conseguenza con la regione Calabria”.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie