RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Sabato 30 Settembre 2017 05:42

Cetraro. A rischio la continuità della giunta Aita. Il tre ottobre l'incontro decisivo

Tiziana Ruffo. E’ stato devastante per la vita politica cetrarese  lo strappo operato dei tre consiglieri di “Area democratica” che hanno respinto con fermezza il modo di amministrare della giunta Aita. “Ancora  una volta, - sottolineano  Samuele Losardo. Luigi Mari e Angela Onorato- “Area  democratica “è  stata costretta a prendere atto degli stretti confini nei quali l’esecutivo  intende circoscrivere la sua azione amministrativa. Sono stati, inequivocabilmente e con crescente accanimento, violati i principi fondanti dell’etica politica e della stessa coalizione di maggioranza, in relazione alle responsabilità di mandato rivestite dai consiglieri comunali”. Una presa di posizione coerente e coraggiosa che ha scosso profondamente la maggioranza, chiamata a correre ai ripari per evitare la chiusura prematura dell’esperienza amministrativa. Lo scontro interno è rinviato al tre ottobre, allorché le forze politiche e i movimento civici di maggioranza rifletteranno su quanto è avvenuto nell’ultimo consiglio comunale. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato il   mancato coinvolgimento, nella  redazione del Dup,documento unico di programmazione, “che, di fatto, ha esautorato i tre consiglieri “da  un possibile contributo alla programmazione di governo amministrativo ed  un chiaro vulnus al diritto dei consiglieri, come sancito dallo Statuto comunale e come mai, forse, si è verificato  nella storia democratica della nostra città”. Un attacco durissimo che mette a nudo l’inadeguatezza dell’amministrazione comunale sulla capacità di coinvolgere il civico consesso nella gestione dei grandi temi che afliggono la città. “A nulla sono valsi,- incalzano Losardo, Mari e Onorato- gli accorati appelli di coinvolgimento e di confronto nella programmazione, espressi sia  verbalmente, sia attraverso i media, nei giorni scorsi, dai consiglieri di “ Area  Democratica “.  Tutto lascia presagire che il dibattito interno alla maggioranza è destinato a muoversi sul piano inclinato di uno scontro la cui portata ormai ha assunto dimensioni preoccupanti per il futuro dell’esperienza amministrativa di Aita. Contare su nove voti su 17 non costituisce fattore di serenità per l’amministrazione comunale che certamente dovrà adottare le contromisure necessarie per ricucire lo strappo e ridefinire gli equilibri.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie