RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Martedì 03 Ottobre 2017 14:54

Maierà si prepara per ricordare due grandi uomini politici.

La comunità di Maierà si appresta a celebrare un momento importante: l’intitolazione di due piazze a due figure politiche che hanno sacrificato la loro vita nell’espletamento delle loro funzioni. Questo pomeriggio(1 ottobre 2017) a Maierà in piazza Magrio, alle ore 16.00 ci sarà l’intitolazione della medesima piazza a “Giacomo Perrone già assessore”, e successivamente intorno alle ore 17.30 la piazza del Palazzo Ducale sarà intitolata a “Francesco Vaccaro già sindaco”.Per l’importante occasione, saranno presenti il sindaco Giacomo De Marco, la Giunta comunale nonché autorità religiose e i primi cittadini dei paesi limitrofi. Sono trascorsi 47 anni dalla morte di Giacomo Perrone e Francesco Vaccaro, a pochi mesi dal loro insediamento nel comune. Era  il 26/09/1970 quando nei pressi di Guardia Piemontese, di ritorno dagli uffici della Provincia di  Cosenza, dove si erano recati per svolgere pratiche per conto del comune di Maierà, i due politici di Maierà rimasero coinvolti in un tragico incidente in cui persero la vita. La cittadinanza tutta parteciperà per ricordare e onorare la memoria di due concittadini che hanno fatto molto per il loro paese ed hanno pagato questo duro prezzo per lo svolgimento delle funzioni di sindaco e assessore. Nonostante sia trascorso quasi mezzo secolo, il loro ricordo è ancora vivo. Difatti l’iniziativa dell’intitolazione di queste due piazze, era già stata proposta dall’amministrazione Forte, solo oggi però, a seguito delle lungaggini della burocrazia, si è riuscito ad attuarla, volendo con questo gesto in qualche misura ringraziare l’Assessore Perrone e il sindaco Vaccaro e trasmettere il valore del loro impegno anche alle future generazioni. Il sindaco Giacomo De Marco ha espresso soddisfazione per esser riuscito ad attuare ciò, “ Ricordo l’accaduto seppur ero un bambino, ma la memoria dei due è sempre stata viva in me, uomini che hanno dato la vita per il loro paese.”

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie