RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Venerdì 13 Ottobre 2017 08:11

Cetraro.Pd e Area democratica costruiscono un ponte comune

Tiziana Ruffo. Unità di intenti, un ponte per una proficua collaborazione su precisi contenuti programmatici, ampia convergenza di vedute sulle prospettive strategiche di sviluppo economico e sociale della città. Su questi punti si è ulteriormente rafforzata l’intesa tra Pd e Area democratica a Cetraro nel corso di un incontro che si è tenuto nella sede del circolo del locale Pd. “L’inadeguatezza dell’attuale giunta a fronteggiare i complessi problemi della comunità cetrarese richiede- secondo le due formazioni politiche-  un salto di qualità nel modo di affrontare le questioni del lavoro e delle politiche sociali, che penalizzano pesantemente la cittadina tirrenica. Se il “Sistema Cetraro”, si è detto, occupa il penultimo posto in Calabria, con il 28,8% di disoccupazione, è evidente che va rivisitata radicalmente la strategia di sviluppo sinora portata avanti dall’amministrazione comunale. La fase delle opere pubbliche, che pure è stata indispensabile nel decennio precedente, oggi dovrebbe essere adeguatamente integrata da iniziative concrete volte a favorire la valorizzazione delle attività produttive e l’attrazione di nuove imprese con i riflettori accesi sui problemi del lavoro, che viene precluso a tanto giovani costretti a lasciare il territorio. La situazione sociale della città, hanno ribadito le delegazioni dei due soggetti politici, è caratterizzata da una crescente povertà che investe progressivamente larghi strati sociali sino ad interessare pezzi significativi del ceto medio. Occorre dunque elaborare da subito un nuovo percorso politico programmatico in grado di costruire in prospettiva una collaborazione proficua tra i partiti politici che sono chiamati a chiudere le porte al dilagante individualismo, alle ambizioni personalistiche, alla visione della politica come carriera e non come servizio per il bene della comunità. Un cammino delicato e complesso, in considerazione del fatto che attualmente il Pd occupa i banchi dell’opposizione e Area democratica fa parte della maggioranza. Tutte le scelte che saranno compiute dalle due formazioni politiche dovranno costituire altrettanti tasselli funzionali alla costruzione di una nuova prospettiva politica. Il Pd ha sottolineato la portata politica della scelta compiuta da Area democratica in occasione della vicenda del Dup, “da cui bisogna partire per restituire agibilità democratica al civico consesso, per rafforzare il ruolo dei consiglieri, per ribadire la centralità della massima assise comunale nel difficile cammino di far uscire la città dalla situazione di stallo in cui attualmente si dibatte”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie