RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Venerdì 13 Ottobre 2017 08:12

Praia a Mare. Il canale Fiumarella e i platani all’attenzione di Italia Nostra

Tiziana Ruffo.  Minimizzare le emergenze ambientali perché così ci si illude di salvare il turismo è una scelta sbagliata, controproducente e devastante per le prospettive per un turismo di qualità. A prendere posizione è Italia Nostra, sezione dell’alto Tirreno cosentino, precisa che la somma di centomila euro impegnata il 4 ottobre scorso dal comune di Praia a Mare non sarebbe servita per effettuare una mera “ispezione pulizia e manutenzione del tratto tombato del canale Fiumarella” ma per un vero e proprio intervento di bonifica dello stesso canale. “Chiamiamo una buona volta le cose con il loro vero nome- incalzano gli ambientalisti-  non si tratta di manutenzione e pulizia ma appunto di bonifica. La somma di centomila euro del bilancio comunale corrente esercizio dovrà servire ad effettuare lavori lungo il tratto coperto del canale per individuare ed eliminare gli scarichi fecali che stanno continuando ad inquinare la Fiumarella”. I lavori finora effettuati con il precedente impegno lo scorso anno di settantamila  euro non sarebbero serviti, dunque, secondo Italia Nostra,  “a ridurre nel 2017 i valori di tale inquinamento che sono invece aumentati rispetto all’anno 2016 con il risultato che anche il tratto di mare a destra del canale potrebbe essere dichiarato “scarso” quindi non idoneo alla balneazione per tutto il 2018”.Sulla base dei dati fornitici dall'Arpacal Italia Nostra ha predisposto un rapporto sulla situazione del Canale Fiumarella che sarà reso noto non appena tali dati saranno resi ufficiali dal Ministero della Salute. L’altra annosa questione su cui punta i riflettori l’associazione riguarda i platani del Viale cittadino. Gli ambientalisti segnalano la presenza lungo il corso principale della città di un platano completamente secco, quindi non più vitale e, a poca distanza, un altro candidato  alla stessa sorte  se  non si interviene subito e sperare quindi in una  ridotta possibilità di salvarlo. Italia Nostra chiede al alla giunta Praticò di “prendere seriamente in considerazione, con l’ausilio di personale altamente qualificato nel settore, la necessità di riservare tutta la cura e l’attenzione che i platani del Viale della Libertà meritano, per il loro grande valore ambientale, attenzione e cura che in questi anni sono del tutto mancati”. Sono necessari, secondo l’associazione provvedimenti urgenti ed interventi da programmare nel tempo. “Un patrimonio verde così importante è veramente deprecabile vanga trascurato”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie