RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Domenica 15 Ottobre 2017 08:54

Cetraro. Fabio Angilica riprende il lavoro con rinnovato entusiasmo.

Tiziana Ruffo. “Il vano tentativo di portare indietro le lancette della storia di questa città si è miseramente infranto contro il muro della solidarietà che una comunità intera ha voluto manifestare verso la mia persona e le istituzioni che indegnamente rappresento”. Il vicesindaco Fabio Angilica interviene così sull’atto malavitoso che si è verificato nei giorni scorsi con l’incendio dall’auto di proprietà della madre. “Se qualcuno ha pensato di distrarci, di spegnere l'entusiasmo che abbiamo creato negli ultimi anni, - ha ribadito Angilica - sappia che ha fallito e sbagliato di grosso. Da oggi infatti riprendiamo il lavoro con rinnovato entusiasmo e con la consapevolezza di non essere soli”. Le centinaia di messaggi di solidarietà al vicesindaco, le testimonianze di stima e di vicinanza espresse “fanno capire come questi lunghi e faticosi anni qualcosa di non tangibile ma di profondamente autentico e prezioso lo hanno prodotto: la città non vive più nell'isolamento e soprattutto ha irreversibilmente intrapreso la via del riscatto”. Angilica coglie l’occasione per avviare una riflessione sul clima politico che si è creato di recente nella città.  Quanto è accaduto serva piuttosto a tutti noi a riflettere sullo stato di salute della comunità, A convincerci che la via del turpiloquio, dell'odio e del sospetto espressi sui social o nelle piazze, nei bar o nei negozi, prima che ai destinatari, nuoce fortemente alla collettività e rischia di generare violenza”. Il vicesindaco lancia un forte monito alle forze politiche della città che “prima di guardare ai propri e legittimi interessi di parte hanno il dovere di pensare alla città nella logica della condivisione e della pace sociale che ha contraddistinto gli ultimi lustri”. Secondo Angilica ormai “Non è il tempo di perdere quello che faticosamente abbiamo insieme realizzato, non è il tempo delle irresponsabilità, dei personalismi e delle fughe in avanti, al di là delle comprensibili tensioni e contrapposizioni politiche. La città ha bisogno di unità e riferimenti certi, di scelte coraggiose e di buone prassi, per non perdere la sua serenità e il suo sorriso faticosamente conquistati”. Sulla stessa lunghezza d’onda la posizione espressa da Partito socialista che si è riunito venerdì sera per riflettere su quanto è accaduto a Cetraro. È importante mantenere alta l’attenzione, occorre seguire le dinamiche sociali con i riflettori accesi sui fattori di disagio sociale, adoperarsi per rimuovere le cause che determinano le divisioni politiche che hanno creato una situazione di fibrillazione nella città. 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie