RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Mercoledì 25 Ottobre 2017 09:25

Cetraro. Continua la sfida per la coesione sociale contro la violenza

Tiziana Ruffo. “È l’ora della responsabilità: No alla violenza SI alla coesione”. Su questo ordine del giorno è stato convocato un consiglio comunale aperto che si terrà a Cetraro, al teatro comunale, alle ore 18.00. L’evento sarà preceduto nella mattinata da due tavoli tematici, organizzati autonomamente dalle istituzioni scolastiche, dall’Unità pastorale e dal consiglio comunale stesso per elaborare proposte e percorsi praticabili, su “Tossicodipendenza: vi è una luce nel tunnel” e su “Responsabilità individuale e collettiva: il cammino di una comunità”. Il Sindaco Angelo Aita ha lanciato un accorato appello ai cittadini, che ha invitato a partecipare all’iniziativa sulla coesione sociale. “La città – ha detto- ha bisogno di tutti noi”. Le forze politiche sono già mobilitate per contribuire attivamente al buon esito della manifestazione promossa dal consiglio comunale. “Solo con un confronto corale – ha sottolineato il coordinatore di Area democratica, Pino Losardo- è possibile porre un argine alla delinquenza e alla malavita organizzata. Il principale obiettivo- ha dichiarato -  è favorire una ripresa del dialogo di tutte le forze politiche nel consiglio comunale e dare ascolto a i problemi della città”. Intanto questa sera si riunisce il gruppo Pd – Alleanza popolare per Cetraro, per decidere il percorso da seguire al fine di contribuire attivamente a rimuovere le cause che determinano il disagio collettivo nella città, costituito dal dilagante fenomeno della tossicodipendenza, della crescente disoccupazione giovanile e dall’assenza di prospettive di crescita immediate e convincenti. Anche l’“Unione delle contrade”, coordinata da Mario Castiglia ha convocato per questa sera, nella sala convegni della Colonia San Benedetto, un’assemblea per fare il punto sulle principali questioni economiche e sociali, esplose nella città. E’ necessario, come ha sottolineato il coordinatore del movimento civico, Mario Castiglia, “rilanciare l’azione politica dell’associazione soprattutto in relazione agli enormi problemi che inchiodano la città in “una situazione di immobilismo assoluto”. Lavoro e ordine pubblico sono gli assi portanti del ragionamento politico che l’Unione delle contrade vuole porre all’attenzione del più ampio dibattito che si sta svolgendo nella città alla luce dei dati Istat, che “condannano, come ha ribadito Castiglia - l’ “Area Cetraro” al penultimo posto in Calabria con il 28,8% di disoccupazione” . Nell’occasione l’Unione delle contrade procederà anche al rinnovo degli organi direttivi.

 

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie