RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Sabato 28 Ottobre 2017 09:40

Tortora. La metropolitana leggera è ormai un treno in corsa

Tiziana Ruffo.  Anche le amministrazioni comunali di Papasidero e Buonvicino e Paola hanno deliberato a favore della realizzazione di una Metropolitana di superficie per il collegamento da Tortora a Lamezia e aeroporto internazionale. La proposta era stata avanzata da tempo dal  coordinatore provinciale di Italia del Meridione,  Raffaele Papa, con l’intento di  ripensare al sistema di mobilità del Tirreno cosentino. “La proposta della “Metropolitana Leggera” per l’Alto Tirreno Cosentino, - ha dichiarato il sindaco di Buonvicino, Ciriaco biondi-  è interessante, valida strategica ed assai opportuna ed importante: sfruttando ed utilizzando il tracciato ferroviario già esistente, metterebbe in rete ed in collegamento i comuni del Tirreno-cosentino con l'aeroporto internazionale di Lamezia Terme”. Nell’ultima seduta consiliare, dunque il sindaco Biondi ha deliberato a favore della proposta, approvata all’unanimità in ogni sua parte dall’intero consiglio comunale. Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Papasidero, Fiorenzo Conte: una Metro veloce ed efficiente potrebbe indurre i pellegrini a visitare la Grotta del Romito di Papasidero e  altre bellezze del  luogo oggi difficilmente  raggiungibili con modalità di trasporto pubblico, che sul Tirreno cosentino, è stato evidenziato dai sindaci,  presenta gravi carenze e non riesce a garantire un servizio adeguato, efficiente e sufficiente, nonostante una popolazione numerosa e nonostante la vocazione turistica dei comuni che sorgono lungo l'asse che va dal comune di Tortora a quello di Amantea. La linea ferroviaria, inoltre, non riesce a garantire la totale copertura della fascia tirrenica e lascia isolati vari comuni. Persistenti ed annose criticità anche nel servizio pubblico di trasporto su gomma, che non garantisce collegamenti in tutte le fasce orarie e né la copertura dei collegamenti tra tutti i centri dell'asse che va dal comune di Tortora a quello di Amantea. Emerge dunque la reale necessità di ritrovare soluzioni alternative e valide per colmare i gap evidenziati e per ristabilire un sano ed indispensabile processo di collegamento dell'asse tirrenico-cosentino con l'aeroporto internazionale di Lamezia Terme. Lo snodo di Paola, è stato sottolineato infine dall'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Roberto Perrotta, riveste particolare importanza non solo per la diramazione verso Cosenza ma anche per la presenza di un luogo particolarissimo e meta preziosa per l'afflusso numeroso e continuo di pellegrini al Santuario di San Francesco, amato e venerato in Calabria e nel mondo.(Nella foto l'aeroporto di Lamezia)

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie