RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Venerdì 17 Novembre 2017 08:40

Cetraro. Il sindaco Aita promuove l’associazione "Visioni"

Tiziana Ruffo. Si profilano cambiamenti importanti nel panorama politico cetrarese. Nuovi soggetti si affacciano nella dinamica sociale e si preannuncia persino la nascita di un movimento di respiro regionale, denominato “Visioni”. Questa sera (17 nov) le forze politiche e i movimenti civici che sostengono la maggioranza si incontreranno per confrontarsi sui temi dello sviluppo della città. Al centro del confronto l’annosa questione della ex Faini di cui ormai si conoscono i termini della ipotesi di compravendita avviata tra il comune di Cetraro e il gruppo imprenditoriale Vela Latina, proprietario dell’immobile. Sembrerebbe che potrebbe esserci un’intesa intorno ad una cifra che si aggira sui due milioni di euro. La discussione è già esplosa nella città, le 37 maestranze dell’ex stabilimento tessile Faini hanno già avviato procedute di contestazione, ma la trattativa sembra che stia procedendo verso un esito definitivo. Il sindaco Angelo Aita ha rotto gli indugi e punta a rimettere in moto la vita politica e sociale con l’obiettivo di allargare l’orizzonte culturale e politico del confronto. In questa ottica si è fatto promotore del nuovo movimento civico Visioni, che punta a privilegiare il confronto sullo sviluppo economico e sociale con l’attenzione rivolta ai cambiamenti e alle innovazioni. “È da tempo che ci viene chiesto di creare un luogo dove non alberghi la pigrizia, - ha detto il primo cittadino- dove è consentita l'espansione di sé, dove tutto ciò che sta intorno a noi non sia percepito come ostacolo, dove la strategia di riuscita sia quella di porsi mete attraenti”. C’è da capire se questa sera sarà l’occasione per il sindaco di rendere noto alla sua coalizione tale proposito e che tipo di consenso dovrebbe incassare nell’ambito di uno schieramento che già appare abbastanza frammentato. È già sorto, come è noto il movimento civico “Area democratica”, formato da tre consiglieri, che hanno modificato gli equilibri e i comportamenti politici dell’intera coalizione. Un’occasione dunque non solo per capire come procederà la spinosa questione dell’ex Faini, ma anche per definire il perimetro della coalizione e l’articolazione interna delle sue componenti. Una situazione politico- amministrativa in fibrillazione, che sarò oggetto di riflessione, anche sul versante dell’opposizione, del locale circolo del Pd, che si riunisce pure questa sera, per capire lo stato di salute della città “seriamente compromesso dalla mancanza di scelte efficaci sulle questioni del lavoro e dello sviluppo”.

 

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie