RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Venerdì 08 Dicembre 2017 09:58

Scalea. La Flai Cgil spara a zero sulla gestione commissariale dell’ente consortile

Tiziana Ruffo.  Ha suscitato una vigorosa reazione nella Flai Cgil  di Castrovillari l’appello del commissario straordinario del Consorzio di Bonifica ex Valle Lao di Scalea, Leonardo Pier Luigi Celiberto, al consigliere regionale delegato all’Agricoltura, Mauro D’Acri e al  presidente Oliverio a  proposito del “ricorso alla liquidazione coatta amministrativa dell’ente consortile , previa dichiarazione giudiziale dello stato di insolvenza”. Il commissario, a giudizio del sindacato, non avrebbe messo in campo nessuna buona pratica amministrativa per garantire la funzionalità dell’ente e neanche per soddisfare i bisogni alimentari dei lavoratori e delle loro famiglie.  La flai Cgil di Castrovillari, che rappresenta la quasi totalità del personale dipendente, da alcuni mesi rivendica il pagamento di salari e stipendi arretrati “al fine anche di contrastare l’aggressione sistematica di terzi con atti di pignoramento della cassa che di fatto paralizzano il consorzio”. Il sindacato, inoltre, respinge al mittente le critiche che riguardano le presunte negligenze dei lavoratori. “Non c’è nessuna disaffezione del personale verso gli obiettivi dell’Ente, - precisa la Flai Cgil- nessuna mancanza di senso di appartenenza allo stesso. La rivalità tra i dipendenti consortili e quelli del servizio forestazione, attiene non alla generalità degli operai forestali ma ad un piccolo nucleo di ex operai che si sono visti tagliati rimborsi esorbitanti ritenuti illegittimi”. Il commissario, legale rappresentante del consorzio, “non ha inteso intervenire con determinazione ed efficacia sul rispetto delle norme contrattuali e di legge cedendo alle indebite pressioni di taluni politici del territorio”. La Flai Cgil, con i lavoratori, ha richiesto, dunque, la convocazione di un urgente incontro con Oliverio, D’Acri e il responsabile del dipartimento Agricoltura,  Giovinazzo, al fine di “ricercare le giuste soluzioni per l’erogazione immediata di salari e stipendi e per mettere in campo politiche idonee alla risoluzione dei problemi del Consorzio”.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie