RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Sabato 10 Marzo 2018 09:18

Cetraro. L'aumento delle tasse sui rifiuti premia i furbetti e penalizza gli onesti

Tiziana Ruffo. Si accende il dibattito politico a Cetraro sulla posizione assunta dal consigliere di minoranza di “Uniti per Cetraro”, Attilio Onorato, che nell’ultima seduta consiliare ha relazionato sull’imposta di soggiorno ed ha votato insieme alla maggioranza in modo difforme dalle direttive del gruppo di appartenenza. Un caso politico che ha determinato la vigorosa reazione delle minoranze e la difesa d’ufficio del sindaco Angelo Aita a quella che ha definito una decisione corretta perché “il consigliere Onorato ha rispettato il mandato ricevuto dai propri elettori ha dimostrato la propria serietà e disponibilità a collaborare con l’esecutivo nell’esclusivo interesse dei cittadini e della risoluzione delle criticità”. Tutto lascia presagire che la bufera che si è scatenata intorno al caso Onorato acquista rilievo politico in considerazione del fatto che l’attuale maggioranza, che ha già perso pezzi significativi, stia tentando di pescare consensi sul fronte dell’opposizione con la finalità di rafforzare la traballante giunta, che conta solo su nove voti su diciassette. L’altra mina vagante è costituita dal fatto che i consiglieri di maggioranza, Barbara Falbo e Carmen Spaccarotella continuano a scalpitare e nel giro di qualche settimana dovrebbero chiamare il sindaco a rispettare gli impegni assunti, assegnando la presidenza del consiglio e uno spazio nell’esecutivo. Evenienza questa che potrebbe o non essere mai messa in pratica o potrebbe scompaginare gli equilibri determinando la reazione dell’eventuale assessore da escludere. Un clima arroventato che si gioca sul filo di lana, su espedienti, su situazioni specifiche, che costringono il sindaco Aita a galleggiare in un contesto che diventa sempre più instabile e difficile da gestire. Il caso della imposta di soggiorno e l’aumento della tassa dei rifiuti hanno determinato in città una vigorosa reazione soprattutto perché ormai è convinzione diffusa che l’attuale maggioranza non riuscirebbe ad affrontare con efficacia il problema dell’evasione fiscale. L’odioso aumento della tassa dei rifiuti, conseguenza, appunto, della forte evasione fiscale, diventa sempre più fastidioso soprattutto perché vengono premiati i furbetti e vengono sistematicamente penalizzati coloro che rispettano le regole. Su questo versante si stanno muovendo le forze politiche che sostengono l’opposizione, che già hanno fissato un calendario di iniziative per informare l’opinione pubblica sulle scelte compiute dall’amministrazione comunale. Intanto il caso Onorato è finito sotto i riflettori del gruppo Uniti per Cetraro, che a breve dovrà pronunciarsi sulla espulsione del consigliere dal movimento che lo ha eletto.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie