RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Lunedì 14 Maggio 2018 17:47

Cetraro. Corale condanna del servizio Rai sullo scivolone del Giro d’Italia

Tiziana Ruffo. Sono state definite le contromisure dal consiglio comunale aperto, convocato sabato scorso, (12 maggio) a proposito dell’incidente Rai sulla spiacevole vicenda della nave dei veleni accaduto durante la telecronaca in occasione del servizio del Giro d’Italia. Un fatto gravissimo che ha riaperto una ferita nella città e ha colpito ancora una volta l’immagine turistica dell’intero territorio. Il sindaco Angelo Aita ha ribadito che intende difendere la città ricorrendo anche alle azioni legali che si renderanno necessarie. Si profilano nuove iniziative con il coinvolgimento dei sindaci del Tirreno cosentino da Praia a Mare ad Amantea. Tra le propose emerse anche la richiesta di un incontro con i vertici Rai per ottenere in quella sede uno spazio informativo adeguato, volto a controbilanciare il servizio sulla nave dei veleni, considerato “strumentale, falso ed offensivo”. La seduta consiliare, aperta agli interventi degli operatori turistici e del mondo dell’informazione è stata particolarmente ricca di spunti di riflessione, volti a tutelare l’immagine della Calabria, che finisce spesso col subire i contraccolpi negativi di forme di denigrazione, che tanto danno procurano alle prospettive tristiche della regione. Sarà predisposto un piano di intervento che il sindaco Angelo Aita dovrà portare avanti sul mandato del consiglio comunale, delle forze politiche e del mondo delle associazioni, che hanno preso parte al dibattito politico sul grave incidente. Intanto il presidente della giunta regionale, Mario Oliverio ha fatto i passi necessari presso la Rai al fine di ottenere una rettifica: intervistato in diretta telefonica durante il Giro ha sottolineato la necessità di ripristinare la verità sulla città di Cetraro, che ha ottenuto proprio nei giorni scorsi la bandiera blu per la darsena e che non può essere danneggiata con la ripresa della falsa notizia della nave dei veleni. Su questa questione è intervenuto anche il consigliere regionale Giuseppe Aieta. “Apprezziamo il tentativo di recupero della Rai, ma non basta. Ci aspettiamo altro perché il danno ormai è stato fatto”.  Pesante il giudizio sul servizio Rai espresso dalla parlamentare del Pd, Enza Bruno Bossio. “Il servizio di cronaca sul Giro d’Italia relativo a Cetraro è una vergogna. Non ci sono altre parole per definirlo. Addolora che il servizio pubblico possa cadere in così grossolani errori nella costruzione di “pezzi di colore” a prescindere dalla verità dei fatti”. Una vicenda dunque che continuerà a far discutere e che ha profondamente scosso l’intero Tirreno cosentino. 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie