RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Martedì 15 Maggio 2018 09:36

Cetraro. Il Coordinamento di maggioranza getta acqua sul fuoco delle polemiche e auspica la ripresa del confronto

Tiziana Ruffo. Si è aperto nella città di Cetraro un forte dibattito politico dopo la decisione delle minoranze consiliari, formate da Uniti per Cetraro Area democratica e Pd di disertare il consiglio comunale. Una fase difficile che il coordinamento politico di maggioranza, guidato da Marco Occhiuzzi, ha inteso valutare con grande attenzione con la finalità di rimuovere le cause che hanno determinato lo strappo e di ricondurre il confronto nei giusti binari istituzionali. “È legittima la visione diversa su qualsiasi vicenda - sottolinea Occhiuzzi-  ma sulle regole fondamentali e sulla necessità di trovare uno spazio di confronto civile e normale, non è possibile derogare”. Secondo il coordinamento ciascun gruppo politico deve avere il buon senso di praticare maggiormente “l’arte del dubbio”, nella consapevolezza che “nessuno è depositario della ragione”. Nel corso dell’incontro che si è tenuto nella sede del partito socialista Il coordinamento ed il gruppo di maggioranza hanno considerato del tutto inopportuna l’azione politica della minoranza consiliare di voler alimentare lo scontro politico, “tentando di veicolare l’idea, falsa e tendenziosa, di una mancanza di democrazia nel consiglio comunale”. Il presidente del consiglio comunale Franco Pascarelli, secondo il coordinamento non ha mai inteso mettere in discussione le regole del confronto democratico ed è stato sempre rispettoso delle prerogative di tutti i consiglieri, siano essi di maggioranza che di opposizione. L’auspicio del coordinamento è quello di riportare un clima di confronto aperto, da svolgere nei luoghi istituzionali, “nella certezza che a ciascuno è garantita la possibilità di dare il proprio contributo nel pieno rispetto delle prerogative democratiche e nella convinzione che ogni azione, da qualsiasi parte politica provenga, deve essere finalizzata alla crescita della Città”. Si tratta di un significativo tentativo politico di gettare acqua sul fuoco delle polemiche e di rimuovere i fattori dello scontro che nell’ultima seduta consiliare sono stati particolarmente incandescente. Un esempio positivo di come il confronto ampio e da posizioni diversificate possa produrre risultati importanti per la Città, ribadisce Occhiuzzi è proprio la recente attribuzione della “Bandiera Blu” alla darsena del porto di Cetraro. “Un risultato che rappresenta l’emblema di una buona prassi politica ed amministrativa, avviata da anni nelle precedenti legislature e conclusasi oggi”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie