RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Sabato 13 Aprile 2019 09:38

SCALEA.ANTONIO PAPPATERRA (IDM) ESPRIME APPREZZAMENTI PER L'APPROVAZIONE DELLA MOZIONE DI "PENSIAMO A SCALEA" A SOSTEGNO DI RADIO RADICALE DA PARTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELLA CITTA'.

Non è scontato oggi contribuire in modo positivo alla difesa del pluralismo di informazione, della libertà di stampa, della democrazia e della trasparenza. I moniti di una deriva totalitarista e autoritaria sono e restano sempre una minaccia costante della nostra società. Nei giorni scorsi, grazie alla mozione presentata dal gruppo consiliare “Pensiamo a Scalea, formato dal Presidente del consiglio comunale della città, l'avv. Achille Tenuta, e dal consigliere Eugenio Orrico, il civico consesso cittadino e l'esecutivo del Sindaco, Gennaro Licursi, con l'approvazione unanime a sostegno di Radio Radicale ha dato un segnale chiaro a questo monito, con una voce unica a sostegno del servizio pubblico dell'emittende del compianto Marco Pannella. Sebbene questa mozione, condivisa e approvata dall'intero consiglio comunale, può passare inosservata, per l'ovvio contesto problematico che la città di Scalea ha ereditato, resta comunque importante e fondamentale il gesto e il contributo della massima assise comunale a difesa dei valori della nostra Costituzione e della libertà stessa delle persone ad informarsi. Radio Radicale ha sempre rappresentato una finestra aperta verso i lavori del Parlamento e delli Istituzione Nazionali da 40 anni, garantendo equità e diritto di informazioni a tutti. Negli ultimi 20 anni questo è stato possibile grazie ad una convenzione con lo Stato che il Governo ha deciso di non rinnovare. Radio Radicale è stata ed è una radio per la trasparenza. Il diritto alla conoscenza è un diritto fondamentale affinchè il cittadino possa farsi liberamente un opinione e non sia condizionato da un informazione distorta e di parte. In un mondo sempre più proiettato verso algoritmi gestionali che camuffano la verità con fake news e strumenti di comunicazione con l'obiettivo di strumentalizzare le informazioni, la chiusura di Radio Radicale potrebbe essere un passo nell'oblio oscurantista di nuovi e probabili totalitarismi. Per questo ritengo doveroso, da parte nostra come IDM, ringraziare l'Amministrazione Comunale di Scalea, in particolare i consiglieri Tenuta ed Orrico e tutti consiglieri comunali per l'atto deliberativo che andrà a difendere, oltre che l'ideale di un informazione libera e pluralista, il valore assoluto di Radio Radicale per l'Italia.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie