RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Giovedì 17 Ottobre 2019 00:00

SCALEA. Eugenio Orrico, consigliere comunale e Capogruppo di “Pensiamo a Scalea”, ha presentato al sindaco una Interpellanza relativa all'invio ripetuto di accertamenti e cartelle Imu ai cittadini di Scalea.

            Il sottoscritto, Eugenio Orrico, consigliere comunale e Capogruppo di “Pensiamo a Scalea”, ai sensi dell’art. 52 del Regolamento del Consiglio Comunale,

 

            Premesso che da giorni numerosi cittadini utenti della città di Scalea lamentano la ricezione “ripetuta” a mezzo posta di cartelle esattoriali e accertamenti Imu, gravati di ulteriori interessi di more e spese di spedizione agli stessi utenti;

 

            Considerato che le stesse cartelle esattoriali vengono inviate con gli stessi importi a tutti i maggiorenni di un nucleo familiare e che, quindi, se un nucleo familiare è composto da 4 persone adulte, residenti nello stesso numero civico, vengono ricevute 4 buste contenenti lo stesso accertamento gravato di spese per lo stesse famiglie di Scalea e per lo stesso Ente;

 

            Rilevato che l'invio di queste cartelle sembrerebbe costare alla città di Scalea circa 40.000 Euro solo per le relative spese di spedizione e che questa somma dovrebbe ricadere  nelle spese correnti del bilancio comunale, venendo comunque ripartita fra i contribuenti che pagano regolarmente le tasse;

 

             Ritenuto che questo metodo di accertamento comporta solo disagi e inutili file agli sportelli, oltre che risultati poco soddisfacenti dal punto di vista delle entrate tributarie;

 

INTERPELLA

 

            la S.V.I. sulle motivazioni che portano l'Ente a tartassare  ripetutamente i cittadini con accertamenti e l'invio di cartelle esattoriali  a tutti i membri adulti dei nuclei familiari di Scalea; di conoscere e sapere a quale capitolo di spesa corrente è associata la procedura dell'invio delle cartelle sopraccitate, i ruoli dell'anno a cui  fanno  riferimento e con cui sono state emesse e inviate le cartelle, ed inoltre le date e la legittimità della procedura, le somme che si intendono recuperare dalla comunità  di Scalea e se effettivamente l'Ente possiede un quadro economico e patrimoniale chiaro per procedere alla riscossioni dei tributi senza ulteriormente gravare sulle tasche dei cittadini.

Scalea lì 17/10/2019.

Il Capogruppo di “Pensiamo a Scalea”

Eugenio Orrico

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie