RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Venerdì 13 Dicembre 2019 10:21

TORTORA. RAFFAELE PAPA :UN CONSIGLIO COMUNALE TUTTO RIVOLTO AL FUTURO.

A Tortora un Consiglio Comunale tutto rivolto al futuro, anche elettorale,  frizzante al punto giusto non solo per l’aria natalizia che inizia a circolare ma per un clima di collaborazione che l‘ha reso propositivo e finalizzato a migliorare le condizioni sociali ed economiche del territorio.   La presenza Istituzionale del Sindaco di Praia a Mare e dell’intero gruppo di maggioranza, è stato un “bel vedere” che ha contribuito a tale atmosfera, considerato l’oggetto dell’odierna seduta consiliare quale la partecipazione dei due Comuni al bando regionale per la realizzazione di un nuovo porto nell’area costiera tortorese.   Si è concretizzato in effetti con il bando sulla portualità, ciò che ci siamo detti già a giugno, nel convegno organizzato proprio nella sala consiliare con la presenza dell’Assessore Regionale alla portualità Francesco Russo e del Consigliere Orlandino Greco.   Come dicevamo in quell’occasione,  oggi condizioni e norme  sono molto diverse da quelle degli anni precedenti, per cui è realmente alla portata la possibilità di poter avere tale importante infrastruttura che andrebbe a trasformare, in positivo,  l’economia ed il turismo zonale.   Chiaramente lo studio, il progetto e l’eventuale realizzazione del porto, deve necessariamente  tenere conto degli altri ed urgenti  interventi da fare,   come quelli a difesa del litorale e della spiaggia dal grave fenomeno dell’erosione costiera, in quanto un porto senza spiaggia non servirebbe a nessuno, e questa è una problematica da affrontare con immediatezza.   Ma ciò che ha ulteriormente animato la seduta è stata la proposta fatta dal Sindaco Praticò ed interna maggioranza Praiese, di una unione dei due comuni.   Un obiettivo non semplice, ma sicuramente raggiungibile con il tempo, iniziando dall’unificare alcune funzioni per dare economicità, funzionalità ed efficienza.   Servizi al turismo, prestazioni nel sociale, attenzioni alle fasce deboli,  vigilanza e controllo del territorio, potrebbero essere gestiti già da subito in collaborazione ed azione sinergica.   Al momento è solo una proposta interessante e positiva, da verificare ed analizzare con attenzione ed intelligenza, considerato che la gestione unificata non è cosa semplice, bisogna creare le condizioni opportune perché si possa realizzare anche in tempi mediamente brevi,  sempre nell’esclusivo interesse della collettività e soprattutto delle future generazioni.   Un percorso che chiederà tanto impegno e responsabilità, ma sicuramente percorribile.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie