RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Giovedì 13 Febbraio 2020 15:16

PRAIA A MARE. Documento di Italia Nostra sui rifiuti presenti sull’Isola Dino.

In merito  ad alcune notizie di stampa  secondo le quali, come riferirebbe  il comune di Praia a Mare, nel non ci sono rifiuti sull’isola Dino Italia Nostra tiene ad evidenziare quanto segue. Come si ricorderà la sezione Alto Tirreno di Italia Nostra il 3/12/2019 aveva segnalato a varie autorità, tra cui il Sindaco del comune di Praia a Mare, l’ARPACAL, alcune divisioni del Ministero dell’Ambiente e la Regione Calabria,  la presenza di un consistente quantitativo di rifiuti presenti sull’Isola Dino. Tale iniziativa di Italia Nostra prendeva le mosse da un progetto presentato dal comune di Praia a Mare alla Regione Calabria, corredato da tantissime fotografie,  per ottenere un finanziamento sull’avviso pubblico – Sub- Azione 2:  “Conservare, ripristinare e tutelare gli habitat e le specie della Rete Natura 2000” per un’azione straordinaria di rimozione rifiuti presenti sull’Isola Dino, e nello specifico:  rimozione rifiuti abbandonati molo/rudere pianoro sommitale, rimozioni rifiuti probabilmente contenenti amianto cisterne accumulo risorsa idrica frontone sommitale lato est, rimozione rifiuti abbandonati chalet/ville/ristorante. Tale progetto datato 29/9/2017 veniva trasmesso al Dipartimento Ambiente e Territorio Settore 5 -  Parchi e Aree Naturali Protette e con Decreto Dirigenziale n°10087 del 18/2/2018 veniva respinto in quanto non coerente con le previsioni dell’Avviso Pubblico.Successivamente il Comune di Praia a Mare con deliberazione n. 221 del 28/12/2018 decideva di presentare ricorso straordinario al Capo dello Stato contro tale decreto dirigenziale.  A seguito dell’iniziativa di Italia Nostra, che ha lo scopo appunto di  tutelare gli habitat e le specie presenti sull’Isola Dino  liberandola dei rifiuti e da tutto ciò che può costituire una minaccia (eternit, olii, vernici, miscele bituminose, ecc) è intervenuto il Ministero dell’Ambiente tramite la Direzione Generale per lo sviluppo sostenibile, per il danno ambientale e per i rapporti con l’Unione Europea, e la Direzione Generale per il patrimonio naturalistico.  La prima ha richiesto informazioni su possibili profili di danno ambientale e quindi  di trasmettere elementi di dettaglio sul caso in questione nonché ogni utile informazione in merito alle iniziative intraprese da ciascuno degli enti in indirizzo a tutela dell’ambiente e della salute pubblica;   la seconda di relazionare in merito alla situazione attuale del sito e sulle eventuali azioni che si intendono intraprendere per assicurare la conservazione degli habitat e delle specie presenti nella ZSC. A tali note ha fatto riscontro l’Arpacal Dipartimento provinciale di Cosenza servizio suolo e rifiuti che ha dato la massima ed immediata disponibilità ad effettuare un sopralluogo congiunto sui luoghi oggetto di segnalazione, e la Provincia di Cosenza Settore Ambiente che ha dato la piena disponibilità ad effettuare un sopralluogo congiunto sul sito per capire e valutare nel dettaglio la problematica ed inquadrare meglio la fattispecie nei dettami del D. legislativo n°152/2009 e ssmmii. A questo punto Italia Nostra non ha altro da dire se non quello di insistere perché tale sopralluogo venga effettuato al più presto nell’interesse della tutela del sito comunitario ed il decoro dell’Isola Dino. Se i rifiuti per i quali il comune di Praia a Mare aveva chiesto un finanziamento dalla Regione Calabria di decine di migliaia di euro sono ancora lì e non sono stati rimossi, cosa che a noi risulta, saranno oggetto di attenta verifica e valutazione da parte delle autorità competenti, in primis dell’Arpacal di Cosenza, nell’esclusivo interesse dell’isola Dino che è un bene prezioso per la collettività praiese e per il territorio e a cui dovremmo tutti tenere in modo particolare.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie