RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Domenica 22 Marzo 2020 16:38

TORTORA. RAFFAELE PAPA: "Unità nazionale, nella pur legittima diversità di idee e vedute".

  Se la politica ha un senso, in questo periodo storico di particolare emergenza, di vera e propria guerra contro l'umanità, non ci possono essere maggioranze o minoranze ne opposizioni, a partire dai Comuni per finire al Parlamento, ammesso che i deputati sentano la responsabilità di andarci, e passando per la regione se anche lor consiglieri decidono d’insediarsi. È il tempo che ogni amministratore senta il peso, l'inquietudine, le preoccupazioni del futuro e si faccia carico di necessità e bisogni della propria comunità e dell'Italia intera. Ecco perché ritengo sia indifferibile la scelta di tutte le forze politiche di dar vita ad un governo di solidarietà nazionale, formato da personalità di alto profilo morale, civile e politico istituzionale, anche per dare l’esempio a tutte le altre realtà amministrative regionali e locali. Del resto con tutti gli sforzi ed il rispetto, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, pare essere sempre più un “uomo solo al comando”, troppo solo ed impossibilitato a gestire l’attuale grave situazione della nazione. Mi auguro vivamente nell'interesse supremo dell'Italia tutta, che il Presidente Sergio Mattarella prenda le opportune iniziative, per fronteggiare al meglio il collasso del sistema sanitario e prevenire una grave crisi dell'economia nazionale che travolgerà tutti. Così come non ci può essere nord e sud, siamo calabresi ma siamo anche bergamaschi, lombardi, veneti, emiliani, siamo tutti italiani e tutti dobbiamo concorrere, contribuire, collaborare per vincere questa guerra, che è guerra di tutti e di ognuno, che non risparmia nessuno, uomini, donne, piccoli, adulti, anziani, ricchi, poveri, bianchi e neri. Bisogna essere uniti ed insieme, per sconfiggere questo male oscuro che vuole la morte di ogni singola persona, di me, di te, di tutti noi e per sostenere in tutti i modi coloro che sono al fronte, sul campo di battaglia, in prima linea a combattere per tutti, Medici, infermieri e tutto il personale, che spesso a mani nude, rischiano in prima persona mettendo a repentaglio loro stessi.Ed allora, pur nel silenzio che ci avvolge, tra palazzi, borghi e strade deserte,  allertiamoci, stiamo attenti, facciamo forza a noi stessi, alle nostre consolidate abitudini, tutto deve cambiare, è necessario adeguarci a ciò che, non solo le Istituzioni, ma la natura ci chiede e obbliga, ne va della nostra esistenza.   Diamoci forza e coraggio, non perdiamo la speranza, insieme c'è la faremo.   Raffaele Papa   Consigliere Comunale Tortora

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie