RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

SPORT

Mercoledì 21 Maggio 2014 08:44

SANTA MARIA DEL CEDRO. ''MANCANZA DI RISPETTO PER LA SQUADRA CHE DIRIGO DA PARTE DELLA CLASSE ARBITRALE''. DOPO CINQUE ANNI IL PRESIDENTE DELL'U.S.D. SANTA MARIA DEL CEDRO DOMENICO FORESTIERI LASCIA LA SQUADRA.

Spett.le L.N.D. Calabria

Via Contessa Clemenza, 1 - 88100 Catanzaro (CZ)

e.p.c. A.I.A Calabria Nella persona del sig. Archinà Stefano

Via Contessa Clemenza, 1 - 88100 (Catanzaro)

 

Il sottoscritto Domenico Forestieri, nella mia qualità di presidente della società sportiva U.S.D. Santa Maria del Cedro, squadra che per la stagione sportiva 2013/2014 ha partecipato al campionato di prima categoria girone “A, con la presente viene a significarsi quanto segue. E’ con profondo rammarico e delusione, che tengo a ribadire sin da subito, non è assolutamente legata al risultato negativo della gara play out disputata in data18.05.2014, la quale ha sancito la retrocessione in seconda categoria dell’ U.S.D. Santa Maria del Cedro, che mi rivolgo ai massimi organi regionali calabresi per comunicare e notiziare gli stessi in ordine alla mia volontà di lasciare dopo cinque anni di lotte sportive sui campi di calcio, a causa non degli errori arbitrali ma bensì a causa dell’insolenza e della mancanza di rispetto per la squadra che dirigo da parte della classe arbitrale, ed in particolare anche degli organi deputati alla designazione, più specificatamente faccio riferimento alla sezione di Paola, presieduta dal sig. Longo. Infatti è a mio avviso inaccettabile il comportamento che troppe volte in questi anni ma soprattutto nella stagione appena conclusa, abbiamo subito dalla classe arbitrale, la quale in più episodi si è mostrata impreparata ed arrogante, mai aperta al dialogo, con errori clamorosi ed evidente di cui è difficile pensare la buona fede degli stessi. Basti pensare come esempio limite la direzione di gara nella partita tra Acri-Santa Maria del Cedro, ultima giornata di campionato, squadre appaiate in classifica, gara affidata ad un ragazzino di 17 anni tale Longo di Paola, il quale annulla sul punteggio di 1-1 un gol regolarissimo per fuorigioco, cosi regolare che gli avversari sportivamente a fine gara ammettevano di aver “rubato” la partita, per poi concedere 3 minuti di recupero, e ad acconsentire che al minuto 97, quindi 4 minuti ben oltre il tempo concesso, i padroni di casa segnassero in evidentissimo fuorigioco per di più con un tocco disperato di mano, il gol del 2-1 che in pratica ha deciso il nostro campionato. E’ difficile accettare le sconfitte, ma davanti a questi episodi che definire strani è un eufemismo, non posso che lasciare la squadra, e tutta la relativa attività che con i miei ragazzi svolgiamo nel sociale del nostro paese e non solo. Ma ciò che ha comportato questa mia decisione è stato l’atteggiamento assunto dal designatore degli arbitri di Paola, il sig. Longo, il quale chiedendo spiegazioni in merito più di una volta si è posto con arroganza e presunzione proferendo parole non del tutto giuste ed educate nei miei confronti. Vorrei evidenziare invece l’ottimo comportamento avuto nei confronti del sottoscritto da parte del dott. Mirarchi Saverio e del suo staff , sempre pronti al confronto con la nostra e le altre società. Vorrei porre l’accento altresì e ringraziare società come Cassano, Juvenilia e tante altre alle quali va il mio saluto e ringraziamento, ribadendo che il sottoscritto non ha in nessun campo trovato problematiche di alcun genere, ma solo la classe arbitrale che reputo scarsa ed impreparata ha rovinato un bellissimo progetto sociale come il nostro che mirava al di la della categoria ad aggregare un paese intero e ad acconsentire che tanti ragazzi senza grandi opportunità trovassero con il calcio un modo per gioire rispetto ai problemi della vita. Grazie alla classe arbitrale tutto questo non accadrà più. Vi invito ad un esame di coscienza. Con rispetto che comunque nutro nei confronti dei Vertici Lega e Aia,

Domenico Forestieri

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie