ATTUALITA'

Martedì 14 Dicembre 2021 12:46

Restyling della stazione di Scalea per € 3,5 mln

La stazione ferroviaria di Scalea-S. Domenica Talao sarà completamente ristrutturata perché inserita nel Piano Pluriennale di Investimenti di RFI denominato “Easy and Smart Station”. Il Direttore commerciale di RFI, dalla sede centrale, ha risposto all’istanza dell’Unione delle Associazione della Riviera dei Cedri e del Pollino circa i lavori di restyling del principale scalo ferroviario dell’Alto Tirreno Cosentino.   Nella missiva indirizzata al coordinatore Ettore Simone Durante, si legge che il progetto prevede la riqualificazione dell’intero complesso di stazione dal punto di vista architettonico, infrastrutturale e tecnologico, grazie alla realizzazioni di tutte le opere necessarie a rendere i luoghi completamente accessibili ai viaggiatori. Il fine ultimo è quello di migliorare ulteriormente la fruibilità dei servizi offerti in questa stazione, dove già attualmente sono state abbattute la maggior parte delle barriere architettoniche.   Preme rassicurare – specifica il Direttore - che trovano piena soddisfazione tutti i punti segnalati a suo tempo dall’Unione delle Associazioni.    Gli ambienti interni inoltre saranno completamente ripensati, con una nuova distribuzione degli spazi, della sala d’attesa e dei nuovi servizi igienici. Nell’atrio è stata pensata una parete artistica ovvero un fondale scenografico che consentirà l’apertura verso nuove funzioni della stazione (museali, mostre d’arte ecc…) per la narrazione storico-culturale del luogo. Una nuova opportunità per valorizzare tutto il comprensorio, attraverso un nuovo impatto visivo.   É previsto inoltre anche il rifacimento completo dell’impianto di comunicazione e la sostituzione dell’attuale segnaletica con cartellonistica rispondenti ai nuovi standard di ferrovia.   I lavori richiedono un impegno finanziario di circa 3,5 milioni e saranno affidati presumibilmente entro il mese di gennaio, appena saranno concessi i fondi necessari per la realizzazione delle opere progettate.   Per onestà intellettuale va precisato che questo risultato non si sarebbe potuto raggiungere senza l’impegno dell’ex consigliere regionale Antonio De Caprio, il quale fin dal primo giorno è stato sensibile alla tematica ed intende ringraziare. Egli, congiuntamente alle Associazioni, desidera ringraziare i vertici di RFI con i quali si è interagito, per la loro disponibilità.   Un’ottima notizia che, sottolineano dalle Associazioni, intendiamo anzitutto a favore delle fasce più deboli, che magari oggi hanno difficoltà ad usufruire dei mezzi pubblici. Un risultato non ottenuto non solo nell’ottica della promozione del turismo ma anche dell’attenzione verso coloro che ogni giorno si servono del treno per motivi di studio, di lavoro o di salute.
            
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie