POLITICA

Domenica 10 Aprile 2022 15:48

PRAIA A MARE. Inaugurata la sede elettorale Le parole di De Lorenzo

“La campagna elettorale la faremo tra la gente, dove ci troviamo ora e dove siamo sempre stati. La faremo così, perché ci proponiamo come anello di congiunzione tra le persone e la pubblica amministrazione. Abbiamo il dovere di dare sempre conto a chi sosterrà la compagine con il voto. Non è un atto fasullo, ma un impegno sacrosanto e per il quale ci impegneremmo ogni giorno”. Questo il passaggio più significativo del discorso di Antonino De Lorenzo, candidato sindaco di Praia a Mare per #Puntoeacapo, pronunciato oggi pomeriggio nel corso dell'inaugurazione della sede elettorale di via Turati. “È stato un percorso lungo difficile, complesso - ha aggiunto -. Da oggi però si inizia e ci sono moltissime belle cose da fare con il lavoro e con il consenso democratico. Progetto Praia, Civico 2022 e Praia Bene Comune, come è noto a tutti, hanno deciso di fondare #Punotoeacapo. Un nome che vuol dire tutto quello che pensiamo e che non ha bisogno di grosse spiegazioni o interpretazioni. Ma adesso guardiamo al futuro, senza pensare troppo al passato, perché c'è da lavorare e costruire, per dare un futuro migliore a tutta la città, ai nostri figli in particolare” Poi, Antonino De Lorenzo, ha speso parole per la compagine e, presentandone i componenti, ha anticipato le ultime due candidature, entrambe in rosa. “Eleonora Riente e Isabella Bencardino completano la lista dei candidati alla carica di consigliere comunale, ma a giorni le presenteremo a dovere alla stampa. Ora – ha proseguito il candidato sindaco – siamo in 13. Ma dietro ci sono tantissime altre persone. È una fortuna poter contare su un gruppo così numeroso e tra loro sono in molti quelli che avevano dato disponibilità alla candidatura. A loro rivolgo un personale ringraziamento, perché anche loro ci mettono la faccia e hanno dimostrato maturità. Siamo tanti, ma soprattutto liberi – ha aggiunto ancora De Lorenzo –. La cosa più importante è che chi è qui non ha da chiedere, ma da dare. Ora serve ovviamente il consenso della gente. E lo chiediamo su due presupposti. Il primo è il punto e a capo che serve a Praia a Mare, ma con l'impegno chiaro sin da ora che, se scelti, porteremo avanti quanto è in fase di realizzazione. Il secondo presupposto è che non promettiamo niente a nessuno, non siamo in condizione e non vogliamo farlo. Promettiamo il nostro impegno a concretizzare i 10 punti programmatici che abbiamo già esposto e per i quali aspettiamo i contributi di tutti per arricchirli. Da domani cominceremo con gli albergatori”. L'inaugurazione ha visto il tradizionale taglio del nastro che il gruppo ha deciso di concedere al candidato più giovane, Giuseppe Cetraro.

            
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie