RADIO ONE BANNER SOPRA

NOTIZIE CALABRIA

Venerdì 04 Ottobre 2019 12:04

Sanità .Domenico Battaglia( Capogruppo PD): “Cotticelli conceda autorizzazione alle aziende sanitarie e ospedaliere a prorogare i contratti di tutto il personale precario in scadenza”

Nell’ultima seduta del Consiglio Regionale, l’Assemblea legislativa ha posto all’attenzione del Governo nazionale, del neo Ministro della Salute, Roberto Speranza, e del Commissario ad Acta Cotticelli, la grave carenza del personale medico e paramedico di cui soffre il sistema sanitario calabrese, dove persiste ancora un elevato numero di precari. “Con l’approvazione della legge - dichiara in un comunicato stampa il Capogruppo Pd , Domenico Battaglia - recante: “Provvedimenti urgenti per garantire l’erogazione dei servizi sanitari in ambito regionale” che concede una proroga fino al 31 dicembre 2019 a tutti i lavoratori precari del settore, lo stesso Consiglio, alla unanimità , ha voluto dare un segnale forte sullo stato di emergenza in cui versa la sanità calabrese. Il problema delle gravi carenze degli organici della sanità regionale -prosegue Battaglia- mette a rischio l’erogazione dei servizi essenziali in favore dei cittadini calabresi. Mi auguro – aggiunge il Capogruppo Pd - che il Commissario Cotticelli possa raccogliere  l’appello della massima Assise calabrese e concedere l’autorizzazione alle aziende sanitarie e ospedaliere a prorogare tutti i contratti dei precari in scadenza il 31 ottobre prossimo. Inoltre, raccolgo con favore e saluto con soddisfazione il DCA  n. 135 dell' 1 ottobre 2019, emanato dal Commissario ad Acta Cotticelli, con il quale viene concessa l’autorizzazione all’assunzione a tempo indeterminato di 429 nuove unità di personale presso le aziende del servizio sanitario della regione Calabria. Si tratta di un primo passo verso la copertura – continua Domenico Battaglia - di tutto il fabbisogno del personale che ciascuna azienda sanitaria e ospedaliera, a mio avviso, deve avere. E’ fortemente auspicabile avviare il percorso per il superamento del commissariamento della sanità in Calabria, in quanto dopo circa dieci anni non si sono visti i risultati sperati. Mi auguro che il Governo centrale- conclude Battaglia - può, già dalla conversione del Decreto Legge n.101, in discussione in questi giorni in Parlamento, inserire e approvare misure straordinarie ed urgenti per la Calabria che vadano nella direzione di garantire il diritto alla salute ad ogni cittadino calabrese e che, al più presto, venga rivisto e modificato profondamente il cosiddetto Decreto Calabria, convertito in legge dal Parlamento, proposto dal precedente Governo giallo - verde.

            
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie