RADIO ONE BANNER SOPRA

ATTUALITA'

Lunedì 19 Ottobre 2020 10:48

SCALEA(CS).IL LICEO SCIENTIFICO "METASTASIO" DI SCALEA COMPIE 58 ANNI.UNA PRESENZA IMPORTANTE PER IL TERRITORIO.

SCALEA - Il Liceo statale "Pietro Metastasio" di Scalea ha cinquantotto anni ma non li dimostra! Con una popolazione scolastica di 670 studenti, una struttura moderna, sei laboratori all'avanguardia (Fisica, Informatica, Tecnologie e comunicazione, Linguistico, Tecnologie per la vita e Disegno), una biblioteca fornita e funzionale alle esigenze di tutta la comunità scolastica, una palestra di ultima generazione, rappresenta un punto di riferimento insostituibile per la vita culturale e sociale di tutti i 15 comuni dell'alto Tirreno cosentino, la Riviera dei Cedri.

Anche la sua ubicazione, nella estrema periferia della cittadina di Scalea, in località Pantano, conferma la sua vocazione aperta ai bisogni formativi di un territorio vasto che comprende i paesi della costa, Tortora, Praia a Mare, Scalea, Santa Maria del Cedro, Diamante e Belvedere Marittimo, ma anche di tutti quei centri che sono incastonati fra le colline e i monti del versante occidentale del Parco nazionale del Pollino: da Aieta con il suo palazzo rinascimentale, a Santa Domenica Talao, Papasidero, Orsomarso, Verbicaro, Grisolia, Maierà e Buonvicino.

Un territorio ricco di storia (basti ricordare a titolo di esempio i siti archeologici di età classica di Blanda e Laos), di tradizioni e di un patrimonio naturalistico e ambientale di inestimabile valore, con le suggestive e selvagge valli dei fiumi Lao, Argentino, Abatemarco e Corvino, i cui corsi tortuosi e impetuosi discendono da vette che sfiorano i 2000 metri, fra boschi di intricata macchia mediterranea, foreste rigogliose di faggio e, fra le rocce inaccessibili dove nidifica l'aquila reale e trova un sicuro rifugio il capriolo appenninico, vive anche un altro dei simboli di questa terra, il pino Loricato, emblema del parco e vero fossile vivente.

Sì, perché quando si parla del Metastasio di Scalea si racconta anche la storia di questo territorio e della sua gente, nella sua complessità. Una scuola, questa, che da sempre si è caratterizzata per essere un vero e proprio avamposto e un presidio di civiltà, di promozione dei valori della Costituzione e della cultura della legalità.

Fin da quando, cinquantotto anni  fa, "correva l'anno 1961", mese di settembre, un telegramma dell'onorevole Reale, affisso alla vetrina di un negozio di elettrodomestici della piazza Caloprese di Scalea, dava notizia al sindaco e alla popolazione che con il nuovo anno scolastico sarebbe entrata in funzione una prima classe di Liceo scientifico, sezione staccata del "G. B. Scorza" di Cosenza. Da allora per questa scuola è stato un crescendo continuo, ospitato dapprima nell'austero Palazzo del Principe Spinelli, a breve distanza dalla casa dove circa tre secoli prima Gregorio Caloprese insegnava i concetti della filosofia cartesiana al giovane Pietro Metastasio, mandato a Scalea da Roma per trarre giovamento dal salubre clima di questa terra per la sua salute cagionevole.

L'autonomia fu riconosciuta a partire dall'anno scolastico 1971/72, quando il Liceo scientifico di Scalea era diventato ormai una realtà consolidata, i corsi completi salivano a tre e la fame di aule e strutture faceva iniziare quel percorso di mobilità verso la periferia, in edifici di civile abitazione: via Kennedy, poi Corrado Alvaro, seguendo la crescita urbanistica impetuosa degli anni settanta e ottanta, fino a quando, agli albori del terzo millennio, la Provincia di Cosenza procedette alla costruzione di un edificio scolastico completamente nuovo.

Questo cammino esaltante ha avuto come protagonisti professori, Dirigenti scolastici e personale di grande valore, che si sono dedicati con tutta l'anima all'arricchimento dell'offerta didattica e formativa: creazione dei primi laboratori scientifici, biblioteca, partecipazione e promozione di iniziative e convegni con relatori di livello internazionale, Scuola Presidio per la formazione dei docenti di scienze della scuola secondaria.

Nel frattempo gli ex alunni "maturati", forti delle solide basi ricevute, completavano il percorso universitario affermandosi in tutti i settori, da quello delle professioni al mondo accademico, con tanti significativi ritorni "a casa" di docenti, già studenti del Metastasio.

Pio Giovanni Sangiovanni.

 

 

            
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie