ATTUALITA'

Giovedì 18 Febbraio 2021 20:51

SCALEA(CS).L'ASSOCIAZIONE "CARA,VECCHIA SCALEA" : " LA SCOGLIERA DI AJNELLA,UN BENE PAESAGGISTICO CHE STA SCOMPARENDO".

A circa quattro anni dal convegno-dibattito tenutosi nel cortile del Palazzo dei Principi a Scalea sul problema dell’interrimento della scogliera dell’Ajnella, l’ Associazione culturale “ Cara, vecchia Scalea” ha inteso ripresentare alla nuova Amministrazione Comunale il progetto redatto dall’ing. Giuseppe Maradei PhD della E3- startup  innovativa dell’Università della Calabria: “La scogliera di Ajnella, un bene paesaggistico che sta scomparendo” “attualmente minacciato dal continuo avanzamento della spiaggia,che mantenendo costante il suo progredire, provocherebbe  l’insabbiamento degli scogli, la scomparsa delle grotte e degli ecosistemi presenti.”

 Un doveroso saluto e ringraziamento vanno al già Presidente della locale Pro Loco-Giovanni Le Rose- partner dell’iniziativa e relatore con Vincenzo de Vito e Giuseppe Maradei nella serata di prima presentazione del progetto al pubblico e ai rappresentanti degli enti interessati, in primis il Comune di Scalea, il 25 maggio 2017. (video Youtube:interrimento scogliera di Scalea)  

Si è cercato , in quella occasione, di svegliare la sensibilità della pubblica opinione e della politica sulla problematica paesaggistica e ambientale e promuovere azioni di tutela con i Contratti di Fiume e di Costa della Regione Calabria.

In questi anni, però, la proposta al di là dei facili proclami del grande amore verso Scalea, non ha goduto della dovuta attenzione da parte dell’ente locale per cui il progetto si è “insabbiato” nei meandri della burocrazia comunale scaleota.

Nella giornata del 03 febbraio u.s. dopo la relazione dell’ing.Maradei lo studio di fattibilità, favorevolmente accolto, è stato consegnato al Sindaco- Giacomo Perrotta-  

Al cordialissimo incontro tenutosi al Municipio erano presenti, oltre al Sindaco che ha assunto l’impegno di trasmettere in tempi brevissimi agli uffici preposti la documentazione e la richiesta di un finanziamento, l’Onorevole regionale Antonio de Caprio che ha condiviso l’idea e assicurato il suo interessamento anche per una eventuale, prossima adesione di Scalea al Parco Regionale Marino Riviera dei Cedri, l’ assessore all’Ambiente -Davide Manco- , l’ing.Giuseppe Maradei,  il presidente di “Cara, vecchia Scalea”-Vincenzo de Vito-, il vice sindaco –Annalisa Alfano-,  gli assessori Adelina Carrozzini e Luigi Russo, i consiglieri Luigi Cirimele,  Gennarino di Lorenzo e Maria Teresa Faillace.

Speriamo che la proposta possa godere di maggiore fortuna.

Per  l’Associazione “Cara, vecchia Scalea” rappresentava il punto di partenza per una successiva generale tutela della costa , delle spiagge e delle nostre bellissime grotte.

A tal fine desideriamo ricordare e portare a conoscenza della cittadinanza che già da molti anni  è stato presentato al Comune un piano di intervento per la messa in sicurezza e ripristino di agibilità della grotta “Trasi e Jesci” redatto dal nostro socio. Ing.Alessandro Pepe.

Nessuna risposta.

Così come fu bocciata la nostra proposta di adesione al Parco marino Riviera dei Cedri.

Una assoluta mancanza di moderna visione politica e di lungimiranza, considerati gli enormi vantaggi derivanti da queste scelte.

            
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie