ATTUALITA'

Mercoledì 18 Agosto 2021 19:32

PAPASIDERO(CS).SI E’ SVOLTA LA DECIMA EDIZIONE DEL PREMIO “BOS PRIMIGENIUS”.

Si è svolta ieri sera nella cornice di piazza castello in Papasidero la X edizione del premio “bos primigenius” nell’ambito della rassegna “Calabresi brava gente”.

Il bos primigenius, graffito su roccia nel riparo della grotta del Romito in Papasidero, è considerato una delle massime espressioni artistiche del paleolitico ed è per questo che dal 2010, l’amministrazione comunale di Papasidero ha ideato un riconoscimento che richiama l’incisione. Tale riconoscimento viene assegnato a tre personalità calabresi che si sono distinte particolarmente nella loro professione, nel loro lavoro, in campo artistico, nella ricerca: nel loro ambito di appartenenza.

Uomini e donne che, hanno dato e danno lustro alla Calabria contribuendo a far conoscere la “Calabria buona nel mondo”.

 

Per senso di gratitudine e riconoscenza verso i nostri conterranei, tra i premiati viene scelto anche un papasiderese, che con la sua opera, il suo impegno e la professionalità ha contribuito a far conoscere ed a portare alto il buon nome del nostro paese, spesso vivendo al di fuori dei confini del proprio luogo di nascita.

 

Il riconoscimento si concretizza con la consegna di una incisione su pietra con la figura del bos primigenius, realizzata dall’artista di arte contemporanea Vincenzo Marsiglia, originario di Papasidero, che vive tra Liguria e Lombardia e si cimenta in numerose istallazioni in Italia e all’estero.

 

Quest'anno le personalità prescelte sono state: le sorelle Benedetta e Maria Concetta Linardi dell’azienda Agricola Linardi (zafferano del Re); Luigi Viola di Cantine Viola; Nora Bloise Biomedico ricercatrice Università di Pavia; Domenico Fortunato carabiniere forestale a servizio nel Comando Stazione di Papasidero per lunghi anni, ora destinato ad altro incarico;

 

Alla manifestazione di consegna dei riconoscimenti, condotta magistralmente dal dott. Alberto Di Franco, ha fatto da cornice una interessato e appassionato pubblico. Oltre ai prescelti per la premiazione erano presenti il presidente del Parco Nazionale del Pollino che, consegnando il premio a Luigi Viola per le Cantine Viola, ha elogiato le eccellenze enogastronomiche  e del settore turistico presenti all’interno del territorio del parco, parlando anche delle iniziative a sostegno delle imprese e della ricettività.

Vi erano, inoltre, il comandante dei carabinieri forestali del parco maggiore Cristina Potenza che consegnando l’encomio al vicebrigadiere Domenico Fortunato ne ha elogiato le capacità professionali ed umane. Inoltre, è intervenuta la dott.ssa Pina Onotri, segretario generale nazionale sindacato medici italiani, che premiando la ricercatrice dell’università di Pavia, Nora Bloise, ha parlato del lavoro importante che svolgono i giovani ricercatori per sconfiggere le patologie tumorali.

Infine, la premiazione alle sorelle Linardi, produttrici dello “zafferano del Re” , è stata effettuata dallo stesso sindaco Fiorenzo Conte elogiando il temperamento delle giovani imprenditrici che ha permesso loro di arrivare al successo.

 

 

 

 

            
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie