RADIO ONE BANNER SOPRA

ATTUALITA'

Lunedì 03 Novembre 2014 20:30

Diamante: Sinergia tra Cisom, Guardia Costiera e Guardia di Finanza

A distanza di circa mille anni di storia, l’Ordine di Malta, con i suoi vari settori tra i quali il suo Corpo di Soccorso, emerge ancora per la strenua difesa di quei valori che da sempre sono posti alla base dell’insegnamento evangelico. Centinaia di cavalieri morti nei secoli per difendere la fede cristiana e la terra santa dalla invasione musulmana, offrendo la vita per un ideale di fede e di giustizia, rivivono ogni giorno nelle gesta silenziose di altrettante migliaia di uomini che sono disposti a rischiare la propria vita per il prossimo in tutte le zone del mondo e negli scenari più diversi e critici. Ritroviamo uomini con la croce ottagona bianca dall’Afghanistan all’Iraq, dalle Filippine al Sudan all’Uganda e all’America Latina al servizio di ammalati, poveri, sofferenti e di tutti coloro che hanno bisogno di sostegno ed aiuto colpiti da calamità naturali, terremoti, tifoni, alluvioni. Tuttavia l’opera dell’Ordine di Malta e del CISOM prosegue inarrestabile anche in Italia dove situazioni di emergenza e di calamità come a Lampedusa, in Emilia Romagna, in Abruzzo, in Liguria chiamano centinaia di medici, infermieri, soccorritori a prestare la propria opera senza sosta e senza tregua pur incontrando ostacoli e avversità legate non solo alla natura ma anche ad uomini e situazioni da essi create. Tale filo conduttore nell’atteggiamento, che lega ogni secolo a quello successivo, vede impegnati come taciti protagonisti e moderni cavalieri anche quei volontari che ogni giorno rischiano la propria vita per salvare quella degli altri a bordo di ambulanze e mezzi di soccorso così come accade anche a Diamante dove gli uomini dal basco rosso, quotidianamente impegnati nel servizio di emergenza 118, sono pronti ad intervenire tra centinaia di interventi che, nell’ultimo anno, hanno caratterizzato l’attività del CISOM a Diamante e su tutta la fascia dell’alto Tirreno cosentino. È degli ultimi giorni, inoltre, la notizia che, in tale attivo panorama, vede il gruppo di Diamante impegnato in una sinergica collaborazione con la Guardia Costiera e con la Guardia di Finanza. Nel rispetto ed in attuazione di protocolli d’intesa nazionali che legano i due corpi con il CISOM, infatti, il personale del Gruppo di Diamante si è formato presso la scuola della Guardia di Finanza di Roma ed ora si accinge a intraprendere un percorso formativo, in fase di studio ed organizzazione, che consenta al personale della Guardia Costiera di acquisire ed approfondire nozioni di natura sanitaria inerenti varie tipologie di situazioni richiedenti manovre di soccorso. Identico percorso è in fase di valutazione e progettazione tra il gruppo di CISOM di Diamante e il Comando Provinciale della Guardia di Finanza dando seguito agli incontri intercorsi tra il direttore nazionale, il capo raggruppamento Calabria colonnello Romano, il capogruppo di Diamante avv. Oliva e il comandante provinciale della G.di F. colonnello Colella. La presenza del CISOM, pertanto, si consolida maggiormente sul territorio del Tirreno cosentino differenziandosi dal solo servizio di emergenza urgenza 118 e acquisendo nuove prospettive operative che completano sempre più la connotazione eterogenea del CISOM e dei suoi uomini impegnati in molteplici scenari senza mai perdere di vista l’attenzione al Vangelo e  al sofferente come il motto tuitio fidei et obsequium pauperum (difesa della fede e rispetto del povero) impone da secoli.

            
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie