RADIO ONE BANNER SOPRA

ATTUALITA'

Giovedì 18 Dicembre 2014 20:40

ASP COSENZA: SERVIZIO DIALIZZATI SENZA RIMBORSI DA NUMEROSI MESI

Denuncia della Congregazione di Misericordia di Diamante su gravi carenze da parte dell’Asp di Cosenza in merito a servizi di estrema importanza quali quello di accompagnamento di pazienti presso i centri dialisi di riferimento. Risulterebbero, infatti, non rimborsati numerosi mesi di servizio prestato, nonostante i provvedimenti di liquidazione dei competenti uffici. È questa la denuncia avanzata dall’associazione di volontariato che richiama l’attenzione su meccanismi anomali nel rimborso di prestazioni garantite da associazioni in nome e per conto dell’Asp. “Non solo l’azienda sanitaria ottiene un notevole risparmio con i servizi garantiti da associazioni di volontariato e soggetti del terzo settore - si legge in una nota stampa -. Non solo l’Asp vede anticipate le spese di gestione dei servizi da parte delle stesse associazioni ma sottoporrebbe i sodalizi a lunghe attese. Nonostante i provvedimenti liquidativi, emessi dai competenti uffici, - si legge ancora nella nota - il rimborso delle spettanze si blocca quando si giunge all’ufficio ragioneria e, spesso, le motivazioni o non esistono o se addotte hanno l’aspetto di semplici pretesti che lasciano interdetti. Ci si chiede se ancora ci sia un chiaro intento ostruzionistico nei confronti di alcuni soggetti del terzo settore che operano sul territorio, oppure se alla base ci sia una disorganizzazione o incompetenza tale da bloccare il  buon andamento della macchina burocratica amministrativa e il buon andamento di servizi di estrema importanza per la popolazione. Forse è ora – continua la nota – che si ponga rimedio ad un sistema che, a quanto pare, risulta essere alterato nel suo meccanismo funzionale senza alcuna apparente motivazione. Se ci sono motivazioni occulte su cui si basano tali gravi ritardi non è dato saperlo ma, di certo, tale stato di cose deve far riflettere attentamente e far giungere, chi ha il potere di farlo, ad adottare le misure più idonee.”

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie