RADIO ONE BANNER SOPRA

CRONACA

Mercoledì 29 Aprile 2015 13:04

TORTORA. Rapina a mano armata ad un furgone portavalori: colpo da settecentomila euro compiuto da finti poliziotti.

Erano circa le ore tre di questa notte quando un gruppo di malviventi con l’ausilio di una paletta e con addosso una casacca usate dalla Polizia Stradale, hanno fermato lungo la SS 18 nei pressi della località Benefici di Tortora un furgone portavalori  della Securpool. Il gruppo, formato da almeno tre persone hanno minacciato con una pistola i vigilantes, intimandogli di restare all’interno dell’abitacolo. Dopo aver posizionato un ordigno sotto il furgone (risultato poi falso), agli uomini della sicurezza, è stato mostrato un telecomando a distanza con il quale in caso di ripartenza del mezzo, lo avrebbero fatto saltare il aria. I malviventi, dopo aver agganciato con una corda di acciaio i portelloni del furgone alla loro autovettura, li hanno divelti. Una volta all’interno del furgone, hanno asportato oggetti di valore di un importo di settecentomila euro. Subito dopo aver portato a compimento il colpo, i rapinatori sono fuggiti in direzione nord.  Sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Scalea, agli ordini del tenente Bartolo Taglietti. I militari a seguito de sopralluogo e della testimonianza dei Vigilantes, hanno avviato le indagini al fine di assicurare alla giustizia gli autori della rapina.   

            
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie