RADIO ONE BANNER SOPRA

POLITICA

Mercoledì 07 Ottobre 2020 21:20

SCALEA,SI E' INSEDIATO IL CONSIGLIO COMUNALE.

Buonasera a tutti i cittadini, a quelli presenti in sala ed a quanti ci seguono da casa tramite internet, ed a tutti i consiglieri comunali.

Un ringraziamento ai Sindaci ed agli Assessori dei paesi vicini, ai parroci ed alle autorità militari.

Grazie a tutti i candidati, perché indipendentemente dal risultato elettorale hanno concretamente dimostrato, dedicando tempo, idee ed energie, di avere a cuore il futuro della nostra città.

Non posso e non voglio nascondere l’emozione e l’orgoglio nel prestare questo giuramento e in generale nell’accettare il ruolo di sindaco della mia città.

Inizia per noi tutti un nuovo cammino, impegnativo, ma al contempo avvincente e significativo.

Un cammino da percorrere insieme ai cittadini, alle associazioni, ed a quanti vorranno aiutarci nel migliorare Scalea.

Permettetemi di ringraziare il Segretario Comunale e tutti i dipendenti comunali che con il loro lavoro giornaliero consentono il funzionamento della macchina amministrativa.

Le elezioni comunali hanno segnato un risultato storico, conferendo un consenso molto ampio. Con esso però mi è stata conferita una grande responsabilità, come grandi sono le legittime aspettative degli elettori. Durante la campagna elettorale abbiamo messo al centro dei nostri programmi l’intenzione di risollevare le sorti di Scalea.

Ora dobbiamo farlo, iniziando da qui, da questo luogo, il Consiglio Comunale che è la più alta autorità politica cittadina.

Per questo chiedo non soltanto agli amici della maggioranza ma anche ai consiglieri di opposizione, di sostenerci, di criticarci, certo, ma di non rinunciare mai ad essere propositivi prima ancora che polemici.

Sono convinto che il ruolo dell’opposizione sia fondamentale non solo per la dialettica politica ma anche per fornire spunti di riflessione a chi amministra la città.

Cosi come fondamentale sarà il contributo di tutti i candidati non eletti, in particolari della Lista Scalea Europea, Angela Longo, Giovanna Fiore, Simona Basile, Giuseppe Torrano e Francesco Russo che saranno a mio diretto supporto nello staff che andrò a costituire.

 

LEGALITA’

La legalità sarà il nostro faro e non una bandiera da sventolare né tantomeno ritengo opportuno che venga usata come argomento da strumentalizzare maldestramente.

Mi riferisco all’apposizione della targa “Qui la ‘ndrangheta non entra” consegnata a questo Comune nel lontano 2010.

In dieci anni nessun amministratore o osservatore esterno pare abbia notato la sua assenza mentre invece qualcuno è stato pronto a bollare come improvvida l’apposizione della targa che è avvenuta con discrezione e senza cerimonie esclusivamente per colmare un colpevole ritardo e attestare il principio di legalità quale fondamento basilare naturale di questa amministrazione.

 

 

COVID

Ci siamo insediati in un periodo che sapevamo essere particolarmente delicato per via del perdurare della pandemia mondiale da Covid 19.

Ad oggi, grazie al rispetto delle misure di contenimento e ai controlli effettuati durante la gestione emergenziale ad opera del Commissario, nel nostro comune, a fronte di oltre 100 ordinanze per quarantene obbligatorie e per limitazioni, soltanto 4 sono stati i casi registrati. Dato questo che da una parte ci conforta, ma dall’altra ci deve suggerire la massima cautela e il rigoroso rispetto delle indicazioni per contenere il contagio. Proprio nelle ultime ore sono stati predisposti, di concerto con l’autorità sanitaria, tutti gli atti finalizzati agli accertamenti preventivi previsti dalla normativa per le persone venute a contatto con un cittadino di San Nicola Arcella risultato positivo al Covid19 e che ha avuto contatti con persone residenti nella nostra città.

 

TURISMO

L’estate appena trascorsa ci ha consegnato un altro dato significativo, e cioè, una stima di circa 250mila persone per oltre un mese e mezzo presenti sul territorio comunale. Numeri che indicano l’appetibilitàturistica della nostra città nel suo ruolo centrale sulla Riviera dei Cedri, eche ci invitano a valorizzare il settore turistico con una programmazione concertata con gli operatori dell’ospitalità alberghiera, con gli imprenditori balneari e con le associazioni che da sempre organizzano eventi e manifestazioni per arricchire l'offerta culturale della città.

Abbiamo, d’altra parte, vissuto un momento particolarmente difficile in relazione alle questioni riguardanti le aree demaniali. Situazione che affonda le sue radici in una gestione non sempre rigorosa del settore e che necessita una seria e complessa analisi insieme alle agenzie preposte. L’obiettivo è trovare le soluzioni legalmente valide e che nel contempo possano andare incontro alle singole situazioni fermo restando l’emissione, tra gli altri, di un bando per l’alienazione degli appezzamenti della cosiddetta area Campovolo.

 

SITUAZIONE ECONOMICA

Dal punto di vista economico-finanziario ci troviamo ad affrontare domani il ricorso avverso la sentenza dichiarativa di dissesto finanziario impugnata davanti alle Sezioni uniti della corte dei Conti che, dalla relazione del Commissario Massidda, pare possa essere suffragata da validi motivi tra i quali il più importante è senza dubbio la norma che consente all’ente di effettuare il ripiano del maggior disavanzo, accertato nel 2015 di oltre 19 milioni, non in un unico esercizio ma nell’arco di 30 anni.

A questo si deve aggiungere il recupero dal disavanzo conseguito nel 2019 pari ad oltre 100mila euro, la capacità di conseguire, almeno nell’ultimo biennio, avanzo di amministrazione per le spese correnti, e la situazione fotografata dal bilancio di previsione in grado di conseguire gli equilibri nel triennio 2020/2022 a patto di mantenere il rigoroso atteggiamento degli ultimi 3 anni.

Al momento non ci sono debiti fuori bilancio e non esistono ulteriori partite debitorie fatta eccezione per la restituzione annuale dell’anticipazione di liquidità che ammonta a circa 1milione e mezzo di euro all’anno.

Resta aperta l’annosa questione dei crediti di dubbia esigibilità che impone all’amministrazione comunale di adottare le adeguate misure per limitare l’evasione tributaria, introitare effettivamente quanto spetta all’ente in termini di tasse e tributi e con queste provvedere all’autofinanziamento.

Si dovrà tenere in debita considerazione l’aumento dei residui attivi riportata nel rendiconto 2019 di circa 6 milioni di euro che senza una risposta in termine di riscossioni rischia di far precipitare la situazione economica. Ecco perché, mi rivolgo a tutta la cittadinanza, affinché si inizi una responsabile manovra di allineamento rispetto ai debiti verso l’ente che metterà a disposizione modalità di dilazione per consentire a tutti di sanare la propria posizione e consentire all’amministrazione una gestione quanto più serena possibile della situazione finanziaria.

Soltanto per la voce IMU, giusto per fare un esempio, sono state inviate ingiunzioni per circa 1 milione di euro il cui mancato pagamento determinerà in automatico l’entrata in campo dell’Agenzia delle Entrate.

Permane un rapporto conflittuale con la Sorical che, dalla relazione del Commissario, continua a richiedere pagamenti per somme ingiustificate a causa della mancata lettura in contraddittorio per circa un anno e mezzo dei consumi. Condizione che ha portato negli anni scorsi alla richiesta di pagamento si somme eccedenti il consumo in maniera incontestata. A questo sarà posto un freno con le letture periodiche, la verifica di eventuali perdite e la previsione di interventi di implementazione soprattutto nelle zone dove la rete risulta oltremodo vetusta.

 

FINANZIAMENTI

A tal proposito bisognerà considerare i finanziamenti che l’Ufficio del Commissario Straordinario del Governo dovrà gestire per i lavori di collettamento delle acque reflue nelle regioni di Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna per oltre 1 miliardo e 900milioni di euro. Fondi che rappresentano una delle tante opportunità per il nostro comune.

A questi fondi bisogna aggiungere la quota del cosiddetto Recovery Found che ammonta 200miliardi di euro e che garantirà investimenti in tutta Italia, motivo per il quale, fin da subito, insieme agli uffici, bisognerà progettare le opere di cui la nostra città necessita.

La bussola della nostra amministrazione sarà l’Agenda 20-30 con le strategie di sviluppo sostenibile. A tal proposito saranno da subito avviate tutte una serie di iniziative come la convenzione con il Dipartimento di Scienza Aziendali e Giuridiche dell’Università della Calabria finalizzata a creare un canale diretto per lo scouting dei fondi comunitari e l’avviamento di tutta una serie di iniziative formative e di animazione territoriale di largo respiro per imprese esistenti e nuove startup coinvolgendo gli studenti universitari del territorio.

Ereditiamo inoltre cantieri apertiper il completamento dei lavori al Palazzo dei Principi, per la sede degli alloggi dell’Arma dei Carabinieri nel cui finanziamento ricadono i lavori per la realizzazione della sede dell’Ufficio locale marittimo presso l’attuale bar turista, sono cantierati i lavori per di adeguamento e di efficientamento energetico della sede comunale, i lavori della nuova sede della tenenza della Guardia di Finanza e sono stati realizzati i lavori di adeguamento a normativa Covid19 delle strutture scolastiche. Abbiamo a disposizione 350mila euro per la risistemazione dell’area intorno a Torre Talao nei giorni scorsi illuminata di rosa per la campagna di sensibilizzazione per la ricerca contro il cancro, sono in programma i lavori di adeguamento antisismico e l’efficientamento energetico degli edifici scolastici e l’adeguamento della sede del Centro operativo Comunale e saremo attenti a tutti i bandi della comunità europea che possano consentire la realizzazione di progetti.

 

IMPEGNO COMUNE

Ovviamente in questo quadro generale in cui l’obiettivo è quello di far ripartire la città un ruolo fondamentale dovranno svolgerlo gli uffici comunali e tutti i dipendenti che a vario titolo prestano servizio per l’ente e sul territorio comunale. Conosciamo bene la situazione della pianta organica e il lavoro straordinario al quale gli uffici sono stati chiamati negli ultimi mesi. Dipendenti e lavoratori socialmente utili hanno dato dimostrazione di grande abnegazione e di senso di responsabilità così come instancabile è stato il servizio degli addetti alla pulizia della città e alla raccolta dei rifiuti della ditta Ecoross.

A questo senso di responsabilità mi appello come sindaco e come cittadino, perché dando il massimo nei prossimi mesi possiamo, tutti insieme, dare nuovo slancio alla città.

Se è vero che ogni crisi nasconde una grande opportunità, l’anno che sta per volgere al termine può diventare l’inizio di una nuova era non solo per Scalea ma per tutta la Nazione. E’per questo motivo che chiedo a tutti, cittadini, imprenditori, operatori del sociale, amministratori e impiegati pubblici di stringerci idealmente attorno all’idea di città che abbiamo nel cuore e di lavorare intensamente ogni giorno immaginando e intravedendo il traguardo che insieme saremo in grado di raggiungere. Soltanto con questa visione comune saremo in gradi di affrontare il percorso, seppur faticoso, con il sorriso sulle labbra e la certezza in fondo al cuore di poter trasformare questa città.

 Di seguito le nomine di giunta e le deleghe per i consiglieri comunali

Deleghe: Annalisa Alfano vicesindaco, deleghe politiche sociali e pubblica istruzione   Luigi Russo assessore al commercio e attività produttive, bilancio e tributi   Davide Manco assessore ambiente e tutela del mare, arredo e decoro urbano   Adelina Carrozzini assessore turismo e cultura, politiche giovanili   Francesca Vittorino consigliere con delega ai rapporti con le associazioni e rapporti con le comunità straniere   Gaetano Bruno consigliere con delega ai fondi comunitari e alla comunicazione   Maria Teresa Faillace consigliere alla pari opportunità, famiglia e diritti dei bambini, centro storico   Giuseppe Angona capogruppo di maggioranza e consigliere con delega all'urbanistica, viabilità e patrimonio   Luigi Cirimele consigliere con delega allo sport e spettacolo, valorizzazione aree abbandonate

Gennarino Di Lorenzo consigliere con delega alla manutenzione, politiche agricole e periferie.   Il sindaco ha trattenuto le deleghe Contenzioso, personale, polizia municipale, Demanio, lavori pubblici, verde 

Con i voti della maggioranza e l'astensione dei gruppi di opposizione è stato eletto presidente del consiglio il consigliere Gaetano Bruno  
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie