POLITICA

Martedì 07 Settembre 2021 16:09

SAN NICOLA ARCELLA(CS).LETTERA APERTA DEL MOVIMENTO POLITICO "VOLERE COMUNITA'."

Cari Concittadini,

come atto di trasparenza teso a chiarire la posizione del nostro movimento politico, anche in rapporto alle elezioni amministrative del prossimo ottobre, poniamo come da consuetudine, alla vostra attenzione il seguente comunicato.

    Siamo nati come comitato spontaneo “Voci dal Popolo”, coltivando l’ascolto, il dialogo e l’interazione con tutte le realtà associative da anni presenti sul territorio e con tutti i cittadini che hanno inteso conoscere e condividere il nostro percorso che ci ha visto determinarci, nei mesi scorsi, come movimento politico-civico “Volerecomunità”.  In tutti questi mesi, da “giovane”  forza politica,   abbiamo cercato di favorire con assoluta equidistanza,  il dialogo “con e tra” gli attori  impegnati nella campagna elettorale,  nel tentativo di istituire, pur nel rispetto delle diverse realtà presenti, un tavolo di confronto permanente volto alla ricerca dell’intesa e delle convergenze più ampie possibili per la definizione di un progetto politico  capace di rispondere ai reali bisogni dei cittadini, in funzione  degli interessi generali, superando i veti incrociati,  i personalismi e le logiche divisive generate dai vecchi apparati.

      Ci siamo incontrati, anche più volte, con le seguenti rappresentanze politico-istituzionali.

 

·         Filiberto Forestieri  (candidato alla Carica di Sindaco);

·         Barbara Mele e Concetta Sangineto (maggioranza consiliare);

·         Erica Ricchini        (consigliere comunale);

·         Gianpaolo Errigo e Domenico Osso

                              (gruppo consiliare di minoranza “Liberi di Cambiare”);

·         Eugenio Madeo     (candidato alla carica di Sindaco) ;

 

 

     Abbiamo constatato, purtroppo, che la nostra proposta politica, sempre aperta al confronto ed al contributo di tutti, non ha trovato alcuna reale adesione o sostegno da parte dei vari interlocutori, confermando invece, la persistenza dei soliti tatticismi, di rigidi antagonismi e di pretestuose preclusioni personali che hanno finito col condizionare questa prima fase della campagna elettorale.

    Riteniamo utile ribadire, che già da molto tempo, abbiamo introdotto e coltivato, nel dibattito politico, tra gli altri, i temi ritenuti fondamentali riferiti ai nostri valori fondanti: Memoria, Identità e Comunità”, che sono anche i cardini di progetti e piani di gestione già strutturati e, peraltro, sono sintetizzati nel nome stesso che il movimento ha assunto, mesi orsono. Noi per primi, abbiamo introdotto nel dibattito il tema/valore “Comunità”, oggi tanto richiamato e propagandato, ponendolo concretamente al centro della nostra azione e accogliendo, da subito, il monito del Presidente della Repubblica espresso nel consueto discorso di fine anno:

       “…Comunità significa condividere valori, prospettive, diritti e doveri…”.

 

     La nostra visione politica non è mai stata legata unicamente alle elezioni amministrative ma, bensì, ad un chiaro processo di cambiamento che com’è opportuno e doveroso che sia, continueremo a perseguire oltre la scadenza elettorale perseverando nell’ attività politica con costante e coerente impegno.

       Precisiamo che nessuno può intestarsi alleanze di qualsiasi tipo con il nostro movimento alternativo all’attuale sistema operante con metodi e logiche che sin dall’inizio non abbiamo condiviso, trovando ragion d’essere proprio in un ambito di azione diverso ed innovativo, rispetto al stato attuale del panorama politico sannicolese.

      Il contributo che abbiamo inteso dare a questa campagna elettorale è sempre rimasto saldamente ancorato alla scelta originaria di provare ad incardinare un

progetto politico che fosse la sintesi della massima convergenza possibile cercandola, vanamente, sino all’ultimo minuto disponibile, senza mercanteggiare o accettare ruoli e/o poltrone, grazie alla solidità della segreteria.

    Portiamo pieno rispetto per tutti i protagonisti impegnati nella campagna elettorale che speriamo finalmente imperniata sui confronti e sui contenuti, con l’auspicio che grazie al loro impegno, posto a costante servizio del Popolo, possano raggiungere i migliori obiettivi possibili per contribuire al costante sviluppo socio-culturale ed economico della nostra comunità.

    Evidenziamo come purtroppo, da molti anni ed anche in questa campagna elettorale, assistiamo ad una evidente distorsione della politica.

     Infatti, i gruppi e le aggregazioni privi del legante garantito da un’ideologia condivisa e con disinvolta incoerenza, hanno continuato a scindersi continuamente e a riaggregarsi con clamorosi cambi di fronte e strane e cangianti alleanze; anche oggi, mostrano, in tutta chiarezza, la volontà di formare legami fragili e pieni di contraddizioni, costruiti unicamente in base alle liste elettorali.

    Questa distorsione ha anche “costretto” alcuni componenti del movimento ad allontanarsi momentaneamente dallo stesso ed a rinunciare, per l’intera durata della campagna elettorale, alla loro partecipazione attiva.     

       Confermiamo la disponibilità, qualora chiamati in causa, a trovare alla luce del sole, punti o azioni di convergenza ed  a confrontarci, come sempre, su tematiche, iniziative,  progetti e piani di gestione che investano i vari settori  amministrativi in collaborazione con le rappresentanze delle istituzioni, della scuola, delle associazioni e  delle imprese e con tutti cittadini  che avanzeranno  istanze e proposte, ritenendo fondamentale una sintesi esecutiva frutto di una concreta concertazione e considerando  necessario  porre un argine allo scollamento sociale che, a nostro avviso, si amplierà a causa delle vecchie strategie di parte, tutt’ora in campo.

        Ringraziamo i cittadini che stanno progressivamente aderendo al movimento e rinnoviamo, ancora una volta, la totale apertura, senza discriminazione alcuna, a quanti vorranno continuare ad impegnarsi in questo nuovo progetto politico.

 

 

 

 

 “…L’esercizio del potere fate servire al raggiungimento di scopi d’interesse generale e aborrite, se potete, dai fatti personali che avviliscono e sviano gli animi anche più retti.

    Niente è più vituperevole dell’abuso del potere per la tutela ad un interesse privato. Difendete l’interesse pubblico con tutti i mezzi che la legge pone a vostra disposizione, ma siate ugualmente rigorosi con tutti.  Nessuna cosa è più deleteria che la partigianeria.

    D’altronde le amministrazioni partigiane non hanno vita lunga:

presto o tardi il popolo ne fa giustizia sommaria.

    Nel disporre del denaro comune, siate cauti… Non nascondete fin dai primi momenti, a voi stessi, tutta la difficoltà e la delicatezza del vostro compito.

…Tenete in alto i cuori se vi preme il bene del vostro paese...”

 

 

 

(Brano tratto dal discorso pronunciato dal Commissario Prefettizio Luigi Pisanò, il 12 dicembre 1914, all’atto

  d’ insediamento del primo consiglio comunale di San Nicola Arcella).

 

 

 

La Segreteria Politica

 

Alessia Biondi, Angelo Esanofole, Domenico Raso, Floris Lomonaco, Leonardo Lacco,

Nicoletta Toselli, Palmiro Rago, Pietro Di Santo, Rosa Mazzone, Walter Lacco.

 

            
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie