POLITICA

Lunedì 05 Gennaio 2015 15:50

PRAIA A MARE. CASSIANO AL FIANCO DI OLIVERIO.

“Saremo al fianco del neo presidente della Regione, Gerardo Mario Oliverio, in qualunque azione volta allo sviluppo della nostra terra e della sua promozione all’interno della manifestazione internazionale “Expo Milano 2015”, qualora egli lo riterrà opportuno”. Matteo Cassiano, amministratore unico dell’Isola di Dino club di Praia a Mare risponde con entusiasmo all’appello lanciato dal Governatore calabrese in merito alla partecipazione della nostra regione all’evento mondiale che prenderà il via a maggio 2015. Oliverio, nei giorni scorsi, infatti aveva parlato di grandi ritardi nel processo di preparazione, attualmente fermo alla semplice sottoscrizione dell'accordo di partecipazione. Il Governatore, inoltre ha intenzione di mettere in piedi una task-force per recuperare il tempo perso e utilizzare al meglio l'appuntamento di Milano, istituzionalmente e politicamente tra i più importanti del momento, per sistemare la Calabria sotto i riflettori. L’imprenditore praiese, dunque ha deciso di far parte di questo progetto di rilancio della Calabria, in generale, e dell’alto Tirreno cosentino, in particolare. “Speriamo, come territorio – sottolinea Cassiano - di ricevere maggiore considerazione da parte della Regione Calabria che, finora, non ha dato molta importanza alla nostra area, non solo dal punto di vista turistico. La Riviera dei Cedri, infatti, ha molto da esibire all’interno di una manifestazione internazionale come l’Expo 2015: un evento che nessuno nella nostra zona può permettersi di perdere. Non si tratta di una visibilità esclusivamente paesaggistica o naturalistica che anche potremo sfruttare. Ma l’Alto Tirreno Cosentino vanta diverse eccellenze gastronomiche che potrebbe esibire all’Expo: dal cedro al mirto, dalla zafarana al peperoncino, senza dimenticare l’enologia locale”. Accanto alla volontà della politica regionale di non perdere questa occasione, si affianca quella dell’imprenditoria, in questo caso praiese. “Da parte dell’Isola di Dino club – conclude Cassiano – c’è la totale disponibilità di uomini e mezzi per perseguire questo obiettivo comune. Questo potrebbe anche essere un cambio di rotta nella politica regionale e un punto di partenza per una collaborazione e partecipazione del nostro territorio alle fiere internazionali finora non sfruttate al meglio, perché lasciato fuori per troppo tempo”.
            
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie