RADIO ONE BANNER SOPRA

POLITICA

Martedì 28 Aprile 2015 09:53

AMANTEA. Un successo l’incontro promosso dall’ente municipale e Fincalabra per favorire lo sviluppo presente anche l’assessore Carlo Guccione.

“Un incontro quanto mai partecipato che premia il lavoro svolto dalla Regione Calabria, dall’amministrazione comunale e dai dipendenti dell’ente”. Il vice sindaco Giovanni Battista Morelli ha mostrato tutta la propria soddisfazione per l’azione congiunta avviata a livello istituzionale tra il comune di Amantea e Fincalabra, la società che, per conto dell’ente regionale, è stata chiamata ad occuparsi di finanziamenti e sviluppo dell’attività imprenditoriale. Nelle scorse settimane il sindaco Monica Sabatino ed il presidente di Fincalabra Luca Mannarino hanno firmato un protocollo d’intesa che consentirà di mantenere aperto uno sportello informativo su quelle che sono le opportunità che la Regione ha messo in campo per consentire l’ingresso nel mondo di lavoro di giovani, disoccupati e soggetti svantaggiati. Ma non solo. Gli strumenti finanziari consentono infatti di supportare anche quelle aziende già costituite che possono così accedere a prestiti ed agevolazioni che, in un momento di recessione come quello attualmente vissuto, rappresentano una vera e propria boccata di ossigeno. Tutte queste opportunità sono state illustrate nel corso di un workshop al quale hanno preso parte l’assessore regionale al lavoro Carlo Guccione, il sindaco Monica Sabatino, il vice sindaco Giovanni Battista Morelli ed il presidente di Fincalabra Luca Mannarino. Le loro relazioni hanno poi ceduto il passo agli incontri ad personam per la valutazione dei progetti imprenditoriali. «Fincalabra – ha rimarcato il presidente Mannarino – ha strutturato tre diverse linee di intervento: il “Microcredito”, orientato a sostenere l'imprenditorialità anche e soprattutto di soggetti svantaggiati e favorire il sostegno alle microimprese non bancabili con importi variabili dalle 5 alle 25 mila euro; l'”Approdo”, volto a concedere prestiti a giovani donne professioniste per un ammontare non superiore alle 25 mila euro; il “Fondo per l'occupazione”, destinato a promuovere nuove assunzioni da parte delle imprese». «Siamo fortemente impegnati sul territorio – ha spiegato Guccione – per cambiare in maniera profonda il rapporto tra cittadini ed istituzioni, soprattutto in merito alla gestione delle richieste di finanziamento. Abbiamo creato il Fuoc (Fondo unico per l’occupazione e la crescita) che ammonta complessivamente a 57 milioni di euro e che consente di dare risposte concrete ai calabresi in appena trenta giorni». Ed è su questo particolare aspetto che si evidenzia l’efficacia di questo strumento finanziario: dal momento della richiesta di finanziamento, che avviene online, fino alla valutazione finale trascorre appena un mese. «Il tessuto imprenditoriale di Amantea e del comprensorio – ha spiegato il sindaco Sabatino – non potrà che trarre giovamento dall’adozione di queste misure. L’ente locale è a disposizione degli utenti per fornire tutte le informazioni del caso ed agevolare la nascita di nuova occupazione». «Questo primo incontro – ha concluso il vice sindaco Giovanni Battista Morelli – ha mostrato l’efficacia della politica del fare che come amministrazione abbiamo intrapreso. I giovani, i disoccupati e le aziende hanno potuto interfacciarsi con gli esperti e determinare il percorso di finanziamento che meglio risponde alle proprie esigenze. La presenza dei commercialisti, inoltre, amplierà la trasmissione delle informazioni, facilitando così l’approccio agli incentivi. Le tante persone che hanno chiesto pareri e consigli potranno ora sviluppare un proprio percorso professionale che avrà ricadute positive sull’intera collettività. Un risultato importante che andrà ulteriormente a rafforzarsi nel prossimo futuro».
            
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie