RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 06 Agosto 2020 15:39

Italia Nostra - Sezione Alto Tirreno Cosentino San Nicola Arcella - Spiaggia Tufo Arcomagno-Spiaggia Grotta del Prete.

Italia Nostra plaude all' operazione condotta ieri dalla Guardia Costiera di Maratea contro occupazioni abusive del demanio marittimo nel tratto di spiaggia Tufo Arcomagno e Spiaggia della Grotta del Prete. Nel primo tratto un lido è stato chiuso e sono stati apposti sigilli, nell'altro , come le foto evidenziano, è stata sgomberata da ombrelloni sedie e lettini l'area occupata in precedenza dal ex alveo del Torrente Saracena. Da quanto riportato da qualche sito Web, l'occupazione di tale area sarebbe stata autorizzata dall'Ufficio Tecnico del Comune di San Nicola Arcella con un'autorizzazione demaniale marittima stagionale temporanea che si sarebbe rilevata in contrasto con la Legge Regionale n. 13/2020. In effetti tale Legge Regionale, per venire incontro alle esigenze di distanziamento negli stabilimenti balneari, prevede che i comuni possano concedere un'estensione dell'area già in concessione mediante un ampliamento del fronte mare fino ad un massimo del 30% di quello in essere. La Legge però subordina tale possibilità ad alcune condizioni, una delle quali è che il fronte mare complessivo derivante dall'estensione non sia superiore a 100 metri lineari mente nel caso in questione, se trattasi di questo, sarebbe di gran lunga superiore.  Inoltre la Regione Calabria Dipartimento Urbanistica e Beni Culturali, Settore 2 Demanio Marittimo   ha chiarito che l’area demaniale marittima prospiciente la foce del torrente Tufo-Saraceno, secondo le previsioni dettate dal vigente P.C.S. del comune di S. Nicona Arcella,  risulta sottratta alla possibilità di rilascio di concessione demaniali marittime per finalità turistiche-ricreative e tale deve restare in attesa della variante al PCS, poiché risulta rappresentato il bacino fluviale del medesimo corso d’acqua. C'è da chiedersi allora  come mai  l'Ufficio Tecnico del Comune di San Nicola Arcella abbia ugualmente rilasciato tale concessione demaniale Temporanea in un tratto di spiaggia sul quale da tempo Italia Nostra chiede che venga destinata a spiaggia libera, il quanto quella presente sulla spiaggia della Grotta del Prete è di fatto inagibile in quanto occupata dell'effettivo alveo del Torrente Saracena e da un corridoio di atterraggio per le imbarcazioni, quindi due situazioni che escludono la possibilità della balneazione come è ben a conoscenza del Comune di San Nicola Arcella.

Italia Nostra - Sezione Alto Tirreno Cosentino 

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie