RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Mercoledì 22 Febbraio 2017 04:17

Diamante. Nesci (M5s): si ripristini la locale postazione 118

Tiziana Ruffo. Si torna a discutere a Diamante del mancato  rinnovo della convenzione per la locale postazione 118 da  parte del direttore  generale dell’Asp di Cosenza, Raffaele Mauro. La questione viene riproposta  con forza dalla parlamentare 5 Stelle,  Dalila Nesci, che ha preso  carta e penna ed ha investito del problema  i  commissari Scura ed Urbani, il  presidente Oliverio e  direttore generale Tutela della Salute, Riccardo Fatarella, oltre che lo stesso Raffale Mauro. Tutto ha avuto inizio  con grave incedente sul lavoro accaduto nei giorni scorsi a Diamante e  all’estremo ritardo nell’arrivo delle ambulanze   dovuto all’inesistenza del  servizio sul posto. L’on. Dalila Nesci, dunque, su segnalazione del Meetup di Diamante, ha deciso di  intervenire sulle lacune  nel sistema di emergenza-urgenza 118 sull’alto Tirreno cosentino ed ha chiesto ai vertici regionali della sanità calabrese  e al presidente Oliverio di “provvedere, per quanto di competenza, al fine di garantire con tempestività il soccorso avanzato in questione, previsto dalla normativa vigente”. L’intervento della Nesci prende spunto, anche,  dalla delicata questione sollevata dalla Misericordia di Diamante che ha denunciato l’assoluto immobilismo da parte del direttore generale dell’Asp  Mauro che avrebbe ignorato le proposte di rinnovo della convenzione che porterebbe la congregazione di Diamante, come  altre associazioni in tutto il territorio della provincia, a colmare quelle lacune che interessano numerosi paesi del comprensorio oltre che l’intera fascia costiera dell’alto Tirreno cosentino garantendo un’alta professionalità per la sua presenza sul territorio da oltre dieci anni. “E’ doveroso che l'Asp di Cosenza garantisca questo prezioso ausilio del 118, - ha dichiarato la Nesci- in un territorio importante e già gravato da obiettive difficoltà”. La popolazione che potrà beneficiarne è quella dei Comuni di Diamante, Buonvicino, Maierà, Grisolia, Santa Maria del Cedro, Belvedere Marittimo, Sangineto e Bonifati. Per la deputata 5 stelle, “i cittadini dell'alto Tirreno cosentino non possono essere considerati di seconda serie, per cui è ora che tutte le istituzioni si attivino in proposito e non perdano altro tempo”.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie