RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Venerdì 24 Febbraio 2017 04:43

Cetraro. Furto di fucili in casa Losardo

Tiziana Ruffo.  Una nuova tegola si abbatte sulla città di Cetraro. Un furto inquietante di fucili in casa di un ex assessore, Pino Losardo, noto cacciatore cetrarese. la dinamica del furto, avvenuto mercoledì sera, non lascia presagire nulla di buono: non è stato toccato nulla, né soldi né gioielli. Il furto è avvenuto solo con il prelievo dei fucili. Il primo cittadino, Angelo Aita, ha immediatamente colto la gravità del fatto ed ha convocato con urgenza la giunta comunale che ieri mattina si è riunita per riflettere sulle contromisure da adottare per fronteggiare la controffensiva malavitosa, che ormai è divenuta una emergenza pericolosa e preoccupante. Il sindaco ha già investito del problema tutte le autorità competenti: il prefetto di Cosenza, le forze dell’ordine e il mondo politico. Il grave episodio non passerà dunque inosservato ed è destinato a rimettere in moto la macchina organizzativa della politica per l’elaborazione del percorso da seguire al fine di prevenire ulteriori fenomeni delinquenziali. Ormai la storia dei furti  in abitazioni private e nei negozi, degli incendi d’auto e di fenomeni delinquenziali con colpi di pistola all’auto del gestore del porto turistico,  in questi ultimi mesi ha assunto i tratti distintivi di un ritorno ad  un clima pesante, che trasmette insicurezza e paura ai cittadini. Una situazione allarmante, ampiamente evidenziata anche dalle recenti operazioni della Magistratura, che ha svelato l’esplosiva presenza della criminalità organizzata, che ancora esercita un controllo totalizzante sulle attività produttive e commerciali della città. Su questi temi è comunque da tempo in atto un dibattito politico che guarda con attenzione ai problemi della gestione del centro ittico, alla caduta verticale delle attività commerciali, alla fuga dei cervelli dal territorio, al crescente disagio collettivo, al rischio concreto che l’immagine della città sia gravemente compromessa anche in ottica turistica. Una matassa da dipanare con attenzione, con spirito unitario, sapendo che la posta in palio è l’agibilità democratica. In passato, Pino Losardo, quando rivestiva la carica di assessore è stato bersaglio malavitosi che gli hanno danneggiato l’auto. “Non gliela daremo per vinta- ha detto il sindaco- faremo tutti gli sforzi finanziari per dotare la città di un sistema di videosorveglianza che dovrebbe fare da antidoto ai fenomeni  delinquenziali che continuano a turbare la serenità dei cittadini”.

Lascia un commento

Ultime notizie in CRONACA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie