RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Martedì 12 Maggio 2020 11:20

SAN NICOLA ARCELLA. EMERGENZA COVID-19: IL GRUPPO MISTO, LIBERI DI CAMBIARE, FORMATO DA GIANPAOLO ERRIGO, DOMENICO OSSO, ERICA RICCHINI E NADIR ARIETE, PROPONE AL SINDACO BARBARA MELE, UN SOSTEGNO PER LE ATTIVITA' ECONOMICHE.

Egregio Sindaco, Le scrivo a nome del gruppo che mi onoro di rappresentare, per sottoporre alla Sua attenzione alcune considerazioni sulla situazione in atto e formularLe le nostre proposte.
L’economia di San Nicola Arcella, come Lei perfettamente sa, si regge quasi esclusivamente sul turismo, costituito prevalentemente dalle seconde case, ma anche dai molti turisti che alloggiano negli alberghi e nei B&B. In tutti gli anni, pur essendo l’affluenza concentrata nei mesi di luglio e soprattutto agosto, si è sempre avuta una presenza turistica anche durante le feste comandate (Pasqua, 25 Aprile, 1° Maggio), che ha sempre contribuito alla nostra economia ed ha costituito l’avvio delle attività commerciali nella stagione. Negli ultimi anni, inoltre, si era avuto modo di notare nei mesi di aprile, maggio e giugno, la presenza di molti turisti stranieri: russi, americani, scandinavi, inglesi e tedeschi; e questo ha rappresentato anche uno stimolo per gli operatori turistici e balneari, di allestire le proprie attività già in primavera. Quest’anno, a causa della pandemia, tutto ciò non è avvenuto e le previsioni sulle presenze nella imminente stagione turistica sono molto pessimistiche, configurando uno scenario futuro alquanto preoccupante per la nostra economia. Non è un caso che a livello nazionale è ormai certo che, fra tutti, il turismo sarà il settore più penalizzato. Dopo oltre due mesi di totale assenza di lavoro, l’orizzonte che si prospetta è quindi quello di una stagione turistica fortemente ridotta, che certamente inciderà negativamente sulla intera economia della nostra comunità. Come Lei perfettamente sa, il tessuto economico della nostra piccola comunità è costituito da piccole imprese a gestione familiare, che non hanno la forza economica di una grande azienda, che viceversa gode per i propri dipendenti del sostegno della cassa integrazione o altri ammortizzatori sociali. 2 LIBERI DI CAMBIARE - GRUPPO MISTO
Gianpaolo Errigo - Domenico Osso – Erica Ricchini - Nadir Ariete, Alla luce di queste prospettive fosche ed incerte, gli operatori turistici del nostro paese sono fortemente preoccupati e molti meditano addirittura di non aprire la propria attività estiva, ciò costituirebbe una vera e propria catastrofe economica,
che è necessario assolutamente scongiurare. In un quadro nazionale già fortemente in crisi, non possiamo sperare che lo Stato o la Regione possano risolvere né tantomeno alleviare i gravissimi disagi che tutti noi, ma in particolare gli operatori turistici, stiamo patendo. Per questa ragione, al di là di quelli che saranno i sostegni economici statali e regionali, siamo convinti che una Amministrazione Comunale seria non possa restare insensibile alle enormi difficoltà cui stanno andando incontro i nostri piccoli
imprenditori, e deve compiere ogni sforzo possibile in un momento straordinario come questo.
Riteniamo pertanto che, nonostante la gravissima situazione economica in cui versa il Comune, sia assolutamente necessario un intervento dell’Amministrazione per alleviare le sofferenze degli operatori economici di San Nicola. A nostro modo di vedere è indispensabile un aiuto finanziario diretto. In seconda
battuta è di vitale importanza l’adozione di misure di sgravio fiscale, da inserire nel prossimo bilancio di previsione, costituite da: 1) La quasi totalità delle attività commerciali sono rimaste chiuse per 60 giorni
e, nei mesi prossimi, presumibilmente si marcerà a regime ridotto; riteniamo giusto proporre uno sgravio per la tassa rifiuti, da adottare per tutti i titolari delle attività commerciali che sono rimaste chiuse, ma particolarmente per le attività turistiche che avranno un sicuro calo delle presenze (Stabilimenti
balneari, Alberghi, B&B, Bar, Ristoranti, Pizzerie ecc). 2) Riduzione della aliquota comunale relativa alle concessioni demaniali degli stabilimenti balneari. 3) Riduzione dell’IMU per le attività commerciali che hanno subito lo stop. 4) Riduzione della tassa di occupazione del suolo pubblico Siamo sicuri che vorrà tenere nella giusta considerazione le nostre proposte e siamo disponibili anche a discuterne prima della prossima approvazione del bilancio di previsione.

Distinti saluti
Il Capogruppo
Gianpaolo ERRIGO

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie