CRONACA

Lunedì 15 Novembre 2021 10:27

CETRARO. RITORNA A NUOTARE LIBERA LA TARTARUGA “FRANCESCA”, RECUPERATA DAGLI UOMINI DELLA GUARDIA COSTIERA E CURATA DAL CENTRO CRTAM M.A.R.E. CALABRIA

Nella giornata di ieri, presso la spiaggia di Lampetia, nel Comune di Cetraro (CS), alla presenza del Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro, è stata liberata in mare una tartaruga marina della specie “Caretta Caretta”, in corrispondenza dell’area di rinvenimento, così come prevede la normativa di settore. L’esemplare di tartaruga, subadulto femmina di oltre 16 Kg di peso e dal carapace di circa 50 cm di lunghezza, è stata ritrovata il giorno 30.07.2021 dalla Nave della Guardia Costiera CP 401 “O. CAVALLARI” in evidente stato di difficoltà a largo della costa cetrarese ed è stata subito consegnata ai militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro. “Francesca”, così la sfortunata tartaruga è stata simpaticamente chiamata, è stata affidata alle cure del Centro referente per il Territorio: CRTAM M.A.R.E. Calabria, Centro Recupero Tartarughe Marine e Altri Animali Marini della Calabria, sito a Montepaone (CZ), dove è stata operata dal Direttore Sanitario del Centro - dott.ssa Antonella Giglio - per estrazione di un amo da pesca di oltre 10 cm dalla parte bassa dell’esofago e trattata per sub-occlusione da numerosi corpi estranei plastici. Nel suo stomaco, infatti, sono stati rinvenuti tantissimi brandelli di plastica che la tartaruga ha ingerito credendoli animali marini. Dopo più di 3 lunghi mesi di ricovero presso il CRTAM M.A.R.E. Calabria di Montepaone Lido, grazie alla collaborazione dei tanti volontari ed addetti ai lavori, la tartaruga “Francesca” è tornata a nuotare libera nel suo habitat naturale, desiderosa di riprendere il largo nelle acque del Tirreno cosentino. Conoscere la storia della tartaruga “Francesca”, così come quella di tutte le tartarughe e degli esemplari recuperati, curati e riaffidati al mare, ci aiuta a comprendere quanto sia fragile l’ecosistema marino e quanto sia importante, invece, la collaborazione e l’impegno di tutti nel contrasto all’inquinamento da microplastiche, per preservare la biodiversità e la vita del Pianeta. Il lavoro svolto ogni giorno dalla Guardia Costiera ha l’obiettivo di tutelare l’ambiente e l’ecosistema marino, importantissima risorsa da custodire ed affidare alle future generazioni.
            
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie