RADIO ONE BANNER SOPRA

ATTUALITA'

Lunedì 20 Aprile 2020 15:34

Proposta del consigliere comunale e imprenditore turistico Biagio Praino , Direttore di strutture ricettive sott.Fabio Macrí, infermiere professionista della rianimazione Antonio Maceri

Dopo tutte le barricate e gli individualismi , gli auto proclami a super eroi, non programmando il dopo, rischieremo  una “ecatombe”. Adesso investirei  sulla fase « 2 » , Milano il Veneto, presto l’Emilia-Romagna stanno chiudendo le terapie intesive. In Veneto con 1400 posti disponibili, ieri erano ne annunciavano occupati solo 190. Qualcuno  dice No ai Veneti  in vacanze !! il mio pensiero anche questa volta va controtendenza. Invitiamoli !!! Invitiamo  gli infermieri specializzati , coloro che  hanno avuto esperienza diretta  in Veneto in Lombardia nel combattere il COVID 19 durante questi mesi. Ripaghiamo in modo tangibile,  invitiamoli con le proprie famiglie a trascorrere le ferie nella nostra terra. Tra Praia  e Tortora diamo loro ospitalità , a condizione che memory delle loro esperienze , possano confrontarsi con gli operatori/colleghi di zona. Ci raccontino la loro esperienza sul campo , e si rendano *reperibili* durante le vacanze per un eventuale segnale di allarme “estivo”. Le attrezzature ora si trovano,  se non si allestiscono almeno 50/100 posti di emergenza lontano ed isolati dal resto dei presidi sanitari di medicina generale ,  sarà pura follia pensare di affrontare la stagione. Oltre la PREVENZIONE sono diversi i punti di forza di una azione in tal senso : 1) COMUNICAZIONE - è un’operazione di enorme visibilità a livello nazionale, poiché i presidenti delle regioni de nord , ne apprezzerebbero i contenuti e ne parlerebbero sicuramente in modo positivo, contrariamente alle ultime uscite; 2)COMMERCIALE- oggi non può esistere meta/offerta  turistica che si rispetti  , se non è sinonimo di sicurezza. Se fino all’estate scorsa  ancora si denunciavano decessi per ritardi nei trasferimenti nelle sedi ospedaliere più vicine per emergenze “normali”, figuriamoci quale sarebbe lo scenario difronte ad un eventuale cluster covid 19 nel mese di Agosto; 3) PROGRAMMAZIONE E AIUTI REALI ALLE AZIENDE TURISTICO RECETTIVE- Vi diranno a quanti metri piantare gli ombrelloni !!! Un classico annuncio “Armiamoci e partite”! Balneari  , ristoratori , albergatori , e tutte le categorie che lavorano nell’accoglienza , se non farete richieste SPECIFICHE,  se NON FARETE SENTIRE le vostre voci , se non attueranno le condizioni per “ creare sicurezza”, non avviatevi in lavori estenuanti di montaggi,  si rischierebbe di investire energie di ogni tipo senza un futuro prossimo certo. Oggi tante Aziende “solide” sono chiuse e non si sa quando e quante di esse riapriranno le porte. Paradossalmente allestirete strutture con tutti i sacrifici de caso,  per andare incontro allo stesso tipo di incertezze! 4) un eventuale flusso turistico seppure ridotto rappresenta un quantitativo di presenze comunque ingestibile. Il turista “rilassato” non sempre è sinonimo di prudente e  “rispetto delle regole” . Basterebbe una percentuale bassissima,  di una scongiurata recrudescenza,  che seppure inferiore al 1% delle presenze nel mese di Agosto,  nelle condizioni attuali, sarebbe difficilissima se non impossibile da affrontare .... Da sempre si qualificava un paese  turistico in misura direttamente proporzionale  alla tipologia e alla catégorie delle strutture recettive presenti sul territorio. Oggi è più o meno la stesso, ma partendo da un presupposto ed una condizione immancabile la SICUREZZA  SANITARIA. Oggi più che mai , un fallimento in tal senso, tenuto conto della gravità delle conseguenze, avrebbe una risonanza mediatica oltre ogni confine, che segnerebbe inevitabilmente per i prossimi anni il destino dell’economia turistica delle nostre terre .   Fabio Macrì
Biagio Praino   Antonio Maceri
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie