RADIO ONE BANNER SOPRA

ATTUALITA'

Giovedì 11 Dicembre 2014 16:18

Riunione sullo scoglio di Coreca ad Amantea. L'appuntamento è per domani mattina

Si terrà domani, venerdì 12 dicembre, alle ore 10:00, presso la casa comunale, l’atteso incontro tra l’amministrazione comunale nepetina e i referenti delle associazioni che, nei mesi scorsi, si sono pronunciati in maniera contraria alla realizzazione di una barriera frangiflutti, emersa in prossimità dello Scoglio Grande di Coreca. Il progetto, realizzato dall’ingegnere Alberto Borsani, presentato dalla Regione Calabria e finalizzato al ripascimento costiero del litorale, prevede la costruzione di una scogliera di oltre cento metri di lunghezza, con una cresta sull’acqua di circa due metri. Una soluzione certamente efficace dal punto di vista tecnico, ma di forte impatto visivo. Gli ambientalisti, in primis il Wwf, sostengono che la protezione della costa, così come accaduto nella vicina Tropea, potrebbe essere garantita tramite il posizionamento di una barriera soffolta che preserverebbe l’immagine complessiva del sito. A supporto di tale tesi, nel corso della riunione, verranno presentate alcune relazioni che attestano l’efficacia di questo genere di soluzione. Secondo i progettisti nominati da Palazzo Campanella, l’idea della barriera soffolta non sarebbe realizzabile a causa delle “particolari correnti presenti a Coreca”. L’assemblea, fortemente voluta dal sindaco di Amantea, Monica Sabatino, e dall’assessore ai lavori pubblici, Sergio Tempo, vuole essere non solo un momento di confronto tra due diverse idee progettuali, ma anche un modo per trovare la giusta sintesi e consentire alla Scogliera di Coreca di tornare agli antichi e gloriosi fasti, reinterpretando il ruolo di regina del turismo balneare nepetino. “L’obiettivo dell’amministrazione comunale – ha affermato il sindaco – è restituire il futuro a Coreca. Per fare ciò abbiamo bisogno di conoscere il parere degli esperti che in questo caso devono essere di supporto alla politica. Faremo tesoro di quanto verrà detto nel corso dell’incontro - continua il primo cittadino - e adotteremo, poi, le decisioni più giuste per l’intera collettività, cercando una soluzione che sia la più condivisa possibile”.

 C.S.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie